bagnaia motogp

MotoGP, Bagnaia: “Pressione da team factory? Aiuta a stare concentrato”

Pecco Bagnaia chiude anzitempo i test MotoGP a Jerez. Risolti alcuni dubbi e fatto qualche passo avanti. Il neo leader iridato è carico per Le Mans, e non solo.

3 maggio 2021 - 16:10

La giornata di test MotoGP si è chiusa anzitempo per alcuni piloti. Tra questi anche Francesco Bagnaia, che chiude il capitolo Jerez con un secondo posto e la leadership iridata provvisoria ottenuti ieri. Oggi completato tutto il programma di lavoro previsto, con qualche dubbio risolto e la certezza di poter fare ancora qualche passo avanti. Guarda poi con grande fiducia alle prossime tappe in programma, su tracciati che piacciono molto sia a lui che alla sua Ducati. E non parlategli troppo del fatto di essere capoclassifica…

“Sono contento del risultato della gara, ma sono ancora più felice del primo posto in campionato” ha raccontato Pecco durante il meeting online con i giornalisti. “Ma soprattutto si tratta di una pista sulla quale abbiamo sempre faticato e siamo riusciti a chiudere secondi. È stato un gran weekend e davvero contento.” Riguardo alla giornata odierna, “Abbiamo finito un lavoro che ci portavamo dietro da tempo. Avevamo ancora dei dubbi da risolvere dal Qatar, abbiamo completato tutto il programma prefissato senza intoppi e siamo anche riusciti a migliorare qualcosa come passo.”

Com’è essere leader iridato? “Sono passate solo 25 ore, devo abituarmici!” ha scherzato il pilota Ducati. Sottolineando però che “Sinceramente non ci penso. Abbiamo disputato solo quattro gare, sarebbe sbagliato iniziare già a fare qualche ragionamento in questo senso. Al momento penso solo alla prossima gara a Le Mans.” La prima di quelle che sulla carta sembrano tante tappe favorevoli alla rossa. “Anche Mugello, Barcellona ed Assen. Al Sachsenring invece potremmo fare fatica, la Finlandia non la conosce nessuno…” Riguardo le piste extra europee, “Non penso che ci andremo. Nel caso direi che sono tutte buone per noi, ma vedremo con la situazione Covid.”

Non è semplice essere parte del team ufficiale di un costruttore, ma a Bagnaia questo discorso non pesa. “La pressione team ufficiale mi aiuta a stare concentrato in certe situazioni” ha rimarcato. Per poi finire parlando del gran feeling con la sua Ducati. “Mi trovo bene in tutto” ha dichiarato. “Ho un ottimo feeling col davanti. Certo ogni moto ha i suoi pro e contro: la nostra è molto veloce, funziona bene in staccata ed è stabile. Il problema forse al momento è che soffre in trazione, ma ci stiamo lavorando ed anche oggi abbiamo fatto un passo avanti. Per ora siamo contenti, ma siamo anche sicuri di avere un certo margine di miglioramento.”

1 commento

Max75BA
17:06, 3 maggio 2021

…stiamo aspettando smaniosi la tua prima vittoria, forza Bagnaia

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller sulla Ducati GP21

MotoGP, holeshot Ducati: nessuno provi a vietarlo!

bestia martin maro sava motogp

MotoGP, rookie a confronto: Bastianini, Martín, Marini e Savadori dopo 4 GP

MotoGP, Pecco Bagnaia e Luca Marini

MotoGP, ‘arm pump’: i commenti della VR46 Academy