motogp portimao

MotoGP, Bagnaia: “Possibilità di vittoria persa sabato, Fabio impressionante”

Fabio Quartararo centra il secondo successo stagionale, Pecco Bagnaia conquista un gran secondo posto, Joan Mir al primo podio 2021. Il commento dei tre protagonisti.

18 aprile 2021 - 19:02

Fabio Quartararo cala il bis, Pecco Bagnaia rimonta ed è secondo, primo podio stagionale per il campione MotoGP in carica Joan Mir. Questi i protagonisti del podio alla fine del Gran Premio del Portogallo, disputato nella giornata odierna a Portimao. Terzo successo per Monster Yamaha, un inizio di stagione davvero stellare in particolare per il pilota francese. L’italiano di Ducati è riuscito però a limitare al meglio i danni, lottando fino alla fine per il secondo gradino del podio. Discorso simile per l’alfiere Suzuki, grande protagonista anche in questo terzo evento 2021. Ecco le parole dei tre grandi protagonisti di questo evento a gara conclusa.

Quartararo: “Un ritmo inaspettato”

“La partenza è stata buona, ma gli altri hanno fatto meglio…” Si spiegano così le posizioni perse al via. Ma non ci è voluto molto per tornare in zona podio. Sottolineando che “Non mi aspettavo di riuscire a tenere questo ritmo, è stato inaspettato. Mano mano che la benzina scendeva vedevo che andavo sempre bene. Ma avevo anche notato come andava Alex [Rins], prima di commettere l’errore… Mi ha davvero impressionato.” Si mostra certo molto soddisfatto. “Yamaha ha fatto un bel passo avanti rispetto all’anno scorso, ma anche io mi sento mentalmente molto più forte. Ho imparato tanto, soprattutto a guardare meno le cose negative ed a focalizzarmi sugli aspetti positivi. Certo ci sono ancora cosa da sistemare, ma penso a quello che funziona. Per il 70% dipende sempre nella tua mente.”

Non manca anche un commento su Marc Márquez 7° al traguardo al rientro nelle corse. “Me l’aspettavo” ha ammesso Quartararo. “Ha completato quello che per me è il circuito più impegnativo fisicamente. Ma già in qualifica era stato impressionante.” Chi vede come i suoi maggiori rivali? È presto per dirlo. “Pecco è forte, ma lo sono pure Joan e Johann, anche se oggi è caduto… Difficile da dire, ma oltre a loro direi che mancano altri 5-6 piloti.” Spiega anche la scelta all’ultimo di cambiare la gomma media con la dura. “Con la media avevo un gran feeling, ma tutti noi Yamaha alla fine abbiamo cambiato perché ci sentivamo un po’ meglio, soprattutto sulla spalla destra. Ed è stata un’ottima decisione.”

Bagnaia: “Prima vittoria? Spero presto…”

“Oggi il miglior risultato possibile era la seconda posizione, Fabio davanti era troppo lontano.” L’alfiere Ducati commenta così una gara in rimonta, visto che scattava dall’11^ casella in griglia per il record tolto in qualifica. “Abbiamo perso ieri la possibilità di vincere” ha infatti sottolineato. “Magari saremmo arrivati lo stesso secondi, ma ci sarebbe stata un’occasione.” Ammette però anche che “Nessuno si aspettava un passo così con queste temperature. Ma io sono contento, in una situazione così l’anno scorso saremmo rimasti molto più lontani e senza riuscire a sorpassare. Abbiamo fatto il massimo possibile.” Una volta superato Zarco, “Pensavo che se fossi riuscito a stargli davanti fino all’ultima curva non sarebbe più riuscito a passarmi, vista la nostra accelerazione” ha ammesso con un sorriso.

Riguardo la gara, “I primi giri sono stati i più difficili, ero veloce ma avevo anche il serbatoio pieno. Poi ho cominciato a recuperare sempre di più. Negli ultimi giri ho fatto fatica con la posteriore andata, ma sto iniziando a capire le gomme.” Commenta anche lui il ritorno di Marc Márquez. “Mi aspettavo qualcosa del genere, lo vedevo in top ten. Non sarebbe tornato se non fosse stato bene fisicamente, anche se certo guidare una moto è un’altra storia. Per Jerez però sarà al massimo.” E quando arriverà la sua prima vittoria? “Spero presto! Ma ora non è certo il momento di pensare al campionato. L’obiettivo intanto è essere costante ovunque, ora incontreremo tracciati che mi piacciono e cercheremo di andare bene anche lì.”

Mir: “L’obiettivo è sempre il podio”

“Mi aspettavo che Pecco mi facesse lo stesso scherzo del Qatar!” ha dichiarato ridendo il campione MotoGP in carica. Tra i due c’è stata una bella battaglia nel corso del GP, prima che il ducatista consolidasse il secondo posto. “Sapevo comunque che se non fossi riuscito a passarlo in curva, poi sul dritto sarebbe stato impossibile. Ma è stato un weekend davvero positivo ed è arrivato il podio.” Per Joan Mir e Suzuki infatti è la prima top 3 stagionale. Sottolineando che “Nel warm up mi sono sentito molto competitivo. Ad inizio gara però non è andata benissimo, ma in seguito sono riuscito a recuperare.”

Riguardo Marc Márquez, “Ha fatto davvero un bel ritorno, direi che è vicino al 100% fisicamente. È stato il suo primo ‘test’ con la RCV, ha fatto un gran lavoro e ha anche chiuso come prima Honda.” Ricordando anche con un sorriso il contatto nel corso della gara, per fortuna senza conseguenze per entrambi. Per finire, prossima tappa Jerez. “L’anno scorso non abbiamo vissuto weekend positivi” ha sottolineatro. “Quest’anno sia in Qatar che qui siamo riusciti a lottare per il podio. Sarà ancora il nostro obiettivo nei prossimi GP, mi aspetto di essere forte ma devo anche pensare a prendere quanti più punti possibili.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha

kelso ortola ogden whatley moto3

Moto3: Kelso, Ortolá, Ogden e Whatley, ecco i primi rookie ufficiali