MotoGP, Pecco Bagnaia

MotoGP, Bagnaia: “Nuovo record a 365 km/h? Occhio alla San Donato”

Pecco Bagnaia prova a rincorrere la sua prima vittoria in MotoGP al Mugello. Ducati pronta a segnare un nuovo record di velocità e toccare i 365 km/h.

26 maggio 2021 - 14:11

Reduce dal 4° posto di Le Mans, Pecco Bagnaia è entusiasta di arrivare al prossimo round MotoGP. Al Mugello sarà un week-end particolarmente sentito dal pilota Ducati, che rincorre la sua prima vittoria in classe regina. Secondo posto in classifica iridata a -1 dal leader Fabio Quartararo, adesso il pilota dell’Academy vuole raggiungere un traguardo importante e salire sul massimo gradino del podio. “Se devo pensare alla prima vittoria bisogna immaginare di farla in grande, qui al Mugello. Però speriamo di fare il meglio possibile, di essere davanti, se poi arriva anche la vittoria tanto meglio. Non mi prefiggo la vittoria come obiettivo, se no non vinco sicuramente“.

Velocità e Juventus…

Nelle prime cinque gare ha dimostrato di saper domare la Ducati GP21 con il suo stile di guida pulito, preciso, moderno. Concorrenziale su ogni tipo di circuito MotoGP, la Desmosedici qui troverà terreno favorevole nei punti di staccata e sul lungo rettilineo principale di 1141 metri. In molti si attendono un nuovo record di velocità massima dopo quello siglato da Johann Zarco a Losail (362,4 km/h). Qui è prevedibile raggiungere i 365 km/h… “Vediamo lui quanto farà, io sto un po’ meno in scia di lui, preferisco girare più da solo – aggiunge Pecco Bagnaia -. Quando si arriva sul dritto Ducati fa paura e vediamo se possiamo superare quel record. Anche se secondo me frenare alla San Donato a 365 km/h non è proprio semplice“.

Week-end MotoGP dall’atmosfera di festa anche se purtroppo non ci sarà la cornice di pubblico tradizionale. “Ducati ha una grandissima storia, dei fan davvero appassionati e molto legati al passato. Spero di fare un bel week-end, stare davanti e riuscire a portare a casa il miglior risultato possibile“. Infine una battuta sulla sua squadra del cuore, la Juventus, alle prese con il cambio di allenatore… “Vado io ad allenare la Juventus – ha scherzato il pilota piemontese -. Pirlo ha fatto solo un anno, sono sempre di quelli che bisogna dare una seconda possibilità a tutti. Altrimenti, Antonio Conte. Ma non considerate quello che dico, sbaglio tutto sul calcio“. L’importante sarà vincere domenica in pista.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

salac prustelgp moto3

Moto3: Filip Salac e PrüstelGP di nuovo insieme dal GP di Stiria

Moto3: Snipers Team, addio a Salac. Ad Assen arriva Alberto Surra

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò prova diversamente: “Copierò Marc Marquez”