MotoGP, Austria: Miller “La mia priorità è Pramac Racing”

Márquez, Dovizioso, Rossi, Miller, Crutchlow e Pol Espargaró in conferenza stampa. Tra gli argomenti, un commento sulla voce Lorenzo-Ducati.

8 agosto 2019 - 17:57

A pochi giorni dalla tappa in Repubblica Ceca è già tempo di parlare di un nuovo Gran Premio, quello in Austria. Prima però la conferenza stampa inaugurale che apre ufficialmente un nuovo weekend di gare. Presenti all’evento Marc Márquez, Andrea Dovizioso, Valentino Rossi, Jack Miller, Cal Crutchlow e Pol Espargaró.

Marc Márquez arriva con 63 punti di vantaggio dopo una nuova esibizione in gara. “Il test è stato un po’ come al solito, abbiamo provato alcune cose importanti e tutto ha funzionato bene. Ora siamo in Austria, un tracciato che mi piace ma sul quale non ho mai vinto in passato: sarà questo il nostro obiettivo. Tra i rivali non ci sarà solo Ducati, ma anche Suzuki e Yamaha saranno forti. Ci sarà sicuramente grande battaglia domenica.” Gli domandano poi del valore delle statistiche: “Certo sono importanti, anche se non sono tutto. Secondo me valgono di più i titoli, ma avere buone statistiche vuol dire che stai lavorando bene. Personalmente non ci voglio pensare, voglio lavorare come al solito e divertirmi in pista.”

Andrea Dovizioso arriva da un secondo posto a Brno ed è determinato a cercare la vittoria su una pista ‘Ducati’. “Sono contento di com’è andata lo scorso fine settimana. Siamo stati veloci fin da subito e poi abbiamo disputato una bella gara. Il test poi è stato positivo, ho un buon feeling con la moto e abbiamo svolto delle ottime prove con nuovo materiale. Ora si corre in Austria e vogliamo continuare a vincere con Ducati, come fatto in passato. Sarà dura battere Marc è comunque il nostro obiettivo e daremo tutto per riuscirci. Al momento abbiamo accumulato più punti dell’anno scorso nonostante qualche episodio sfortunato. Il nostro problema al momento però è Marc. In ogni caso la velocità c’era e possiamo lottare.”

Valentino Rossi guarda il bicchiere mezzo pieno dopo Brno. “Per noi è andata un po’ meglio rispetto alle precedenti gare. Chiaramente non posso essere troppo contento di un 6° posto, ma qualcosa ha funzionato. Lunedì abbiamo provato qualcosa di interessante, oltre al nuovo prototipo 2020. Su questo, non cambia molto rispetto alla versione 2019, ma è sicuramente una buona base per capire su cosa lavorare. Per noi è stato un lunedì abbastanza positivo.” Gli domandano poi degli addii di Baldassarri, Foggia e Bulega, che l’anno prossimo lasciano la sua Academy. “Tutti i piloti hanno una storia diversa” ha dichiarato. “Sì, non saranno con noi l’anno prossimo. Ora stiamo cercando nuovi giovani italiani, non è facile ma sicuramente arriverà qualcuno l’anno prossimo.”

Jack Miller è particolarmente soddisfatto del suo podio a Brno e punta a fare ancora meglio, pensando anche in ottica futura. “Davvero bello tornare sul podio, è passato tanto tempo dal Texas. Questo è stato sicuramente più bello perché nessuno è caduto, anzi è arrivato perché abbiamo fatto bene noi. Non siamo mai stati troppo fortunati in Austria, ma speriamo bene. A Brno c’è stato qualche miglioramento al chassis, un aspetto positivo.” Gli chiedono poi a proposito delle voci che parlano di un ritorno di Jorge Lorenzo in Ducati. “La mia priorità è rimanere in Pramac. Io devo fare bene, vedremo poi dove sarò l’anno prossimo. C’è qualche verità dietro alle voci, ma ho parlato con Paolo [Ciabatti] e lui ha detto che l’obiettivo è tenermi. Ora aspettiamo solo il rinnovo.”

L’anno scorso Cal Crutchlow ha chiuso la tappa al Red Bull Ring in 4° posizione. L’obiettivo è ripetersi, lasciandosi alle spalle un GP complesso come quello della settimana scorsa. “Fine settimana difficile a Brno per via delle chiazze di bagnato. Ho messo anche io le slick, ma io non vado così bene sul bagnato. Il punto è che devo solo cercare di qualificarmi meglio per poter fare bene anche in gara. Honda sta svolgendo un ottimo lavoro, sta portando molto materiale per tutti noi. A Brno ho provato anche il chassis in carbonio, ma non abbastanza da capire se mi trovo meglio rispetto alla versione attuale oppure no. L’anno scorso sono andato bene qui in Austria, non vedo perché non possiamo ripeterci.”

Pol Espargaró si prepara a disputare il fine settimana di casa della sua squadra. Conscio delle difficoltà attuali della squadra, è comunque fiducioso per quanto riguarda un buon risultato finale. “Fino a questo momento stiamo disputando una buona stagione. Ci stiamo concentrando su velocità e costanza, ma per ora è molto difficile raggiungere la top 5. Sto lavorando molto per ottenere buoni piazzamenti nei turni e poi fare bene in gara, ma non è sempre facile. Guardiamo però sempre avanti, puntando ad arrivare col tempo a lottare coi migliori. Stiamo lavorando anche sul futuro, serve qualcosa di nuovo e lo stiamo già facendo. Intanto dobbiamo cercare di fare bene con quello che abbiamo adesso.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Max Biaggi

Max Biaggi: “Lorenzo in Ducati positivo per il campionato”

Valentino Rossi

Luca Cadalora: “Márquez spaventoso, Rossi non ha più 20 anni”

folger motogp kymiring

MotoGP: Concluso il primo test al KymiRing