MotoGP, Austin: Piloti concordi sul problema delle buche

Marquez, Dovizioso, Rossi, Rins, Miller e Roberts in conferenza stampa ad Austin. Tutti concordi nel sottolineare il problema delle buche.

11 aprile 2019 - 19:49

Siamo ormai in prossimità del Gran Premio delle Americhe, che da venerdì a domenica vedrà impegnati i piloti delle tre categorie sul tracciato di Austin. Prima però alcuni di loro devono presenziare alla conferenza stampa inaugurale del giovedì. Hanno partecipato Marc Marquez, Andrea Dovizioso, Valentino Rossi, Alex Rins, Jack Miller ed il pilota Moto2 di casa Joe Roberts.

Il primo a parlare è Marc Marquez, nuovo leader iridato dopo la netta vittoria in Argentina. “Austin è sempre un buon tracciato per me” ha esordito, “ma ogni anno è diverso. Arriviamo in forma, abbiamo una buona base e cercheremo di lavorare come sempre, senza esagerare. Vedremo poi quale sarà il valore degli avversari e dobbiamo tenere d’occhio anche il tempo, visto che sabato potrebbe piovere. Questo è un circuito complesso, in cui impossibile compiere il giro perfetto ed anche mantenere la stessa traiettoria. Bisogna sempre essere costanti perché è molto lungo, con molte frenate violente e buche. Vedremo come sarà l’asfalto, visto che hanno compiuto dei lavori, e dobbiamo capire anche il comportamento delle gomme.”

Si passa poi ad Andrea Dovizioso, reduce da un GP in cui ha chiuso 3°, molto lontano dal vincitore. “Sono contento del weekend in Argentina” ha dichiarato. “Abbiamo dimostrato di avere una buona velocità e non ce l’aspettavamo, ma ciò indica che abbiamo un buon pacchetto. Marc ha sempre fatto vedere di essere il re su questo tracciato, sarà difficile contrastarlo ma dobbiamo dare il massimo. Siamo rilassati, valuteremo il comportamento delle gomme e le condizioni dell’asfalto, ma mi aspetto comunque di essere più competitivo rispetto all’anno scorso. Possiamo essere competitivi fin da subito qui, speriamo di lottare per la vittoria.” Ci sarà anche una riunione per parlare della penalità inflitta a Crutchlow per partenza anticipata. “Sarà divertente” ha dichiarato.

Valentino Rossi è reduce da un ottimo secondo posto a Termas de Río Hondo, un’iniezione di fiducia in questo inizio di stagione. “Il podio è stato positivo, ma ora non dobbiamo rilassarci. A casa mi sono preparato al massimo per questa gara, si tratta del circuito più difficile e più tecnico, oltre ad essere molto lungo. L’anno scorso non abbiamo ottenuto il risultato che volevamo, ma comunque abbiamo dato il massimo. Mi ci è voluto un po’ per capire questa pista, poi sono riuscito ad essere più veloce. Cercheremo di essere competitivi anche quest’anno, facendo attenzione alle caratteristiche della pista.”

Alex Rins si è reso protagonista di una grande rimonta in Argentina, ma spera comunque di avere meno difficoltà nei turni che precedono il GP. “Abbiamo visto che in gara siamo competitivi, come dimostra la rimonta a Termas. Abbiamo il ritmo per stare con i primi, ma dobbiamo capire come mai siamo partiti così lontano in griglia e migliorare, anche per preservare meglio le gomme. L’anno scorso abbiamo avuto problemi all’anteriore in frenata, nel corso della stagione è andata meglio e finora le sensazioni sono ottime. Il tracciato è complicato, con tante curve e buche, ma se ci qualifichiamo bene possiamo stare davanti.”

Jack Miller è riuscito a realizzare una gara positiva in Argentina dopo un primo GP deludente e spera di ripetersi anche in Texas. “Per me è stato importante ritornare nelle prime posizioni, dopo il Qatar ero un po’ depresso. Quest’anno la moto è davvero competitiva ed è bello vedere che possiamo lottare con i primi. Aiuta sicuramente vedere che la nostra velocità è migliorata, ma dobbiamo rimanere concentrati e continuare a lavorare bene.” Si allinea al pensiero dei colleghi sulle condizioni della pista: “Un peccato che ci siano così tante buche su un tracciato così giovane, un problema che può anche peggiorare. Speriamo che i lavori svolti abbiamo migliorato questo aspetto.”

Joe Roberts si dichiara particolarmente emozionato, visto che si tratta del Gran Premio di casa. “Sono contento di essere qui, non vedevo l’ora di arrivare ad Austin. Si tratta di uno dei miei tracciati preferiti ed apprezzo molto il calore dei fan. L’inizio di stagione non è stato facile, ma dobbiamo ricordare che si tratta di un team completamente nuovo e che serve tempo per migliorare. Sono molto ottimista, mi piace molto la pista e non vedo l’ora di iniziare. Ho sempre preso ispirazione da tutti questi ragazzi [riferendosi ai piloti al suo fianco], è un onore per me essere qui con loro.” Non manca un riferimento a Hayden: “Nicky è stato uno dei miei eroi da ragazzino, una grande ispirazione per un motociclista. Ho potuto anche allenarmi in flat-track con lui un paio di anni fa, è stato emozionante.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pirro kymiring motogp

MotoGP, esordio al KymiRing. “Pista a tratti lenta, ma interessante”

Jorge Lorenzo

MotoGP: Parla il papà di Jorge Lorenzo “Ancora un anno con Honda”

Davide Brivio

MotoGP, Davide Brivio: “Valentino Rossi in Suzuki? Sono invenzioni”