MotoGP Aragon Warm Up: Nicky Hayden balza al comando

Miglior tempo per il Kentucky Kid, scivola Casey Stoner

19 settembre 2010 - 6:13

C’è sempre una Ducati in testa alla classifica di un turno di prove al Motorland Aragon. Nel Warm Up della MotoGP è Nicky Hayden a ritrovare la prima posizione, autore del miglior tempo proprio allo scadere in 1’50″339, quanto basta per lasciarsi alle spalle Dani Pedrosa di 39 miseri millesimi di secondo. Il “Kentucky Kid” conferma di vivere un weekend davvero positivo dove non è mai andato oltre la 4° posizione in un turno di prove, assecondato da una Ducati competitiva sui saliscendi di Alcaniz: l’obiettivo personale per il Campione del Mondo 2006 è di conquistare il primo podio stagionale.

Se Hayden può guardare con fiducia in vista della gara, c’è Casey Stoner dall’altra parte del box a dir poco… arrabbiato. A pochi minuti dalla bandiera a scacchi una caduta in inserimento dell’ultima destra-sinistra (curva 14) l’ha tolto di scena obbligandolo a sospendere le prove con il sesto tempo pur con la pole position all’attivo che potrebbe consentirgli una fase iniziale di gara da assoluto protagonista.

Una corsa che si deciderà sulla distanza con la scelta obbligata delle gomme dure per tutti e qualche perplessità sui consumi di carburante e relativa gestione della centralina elettronica, problema che accomuna Honda, 2° con Pedrosa, e Yamaha, con Jorge Lorenzo 3° in questo Warm Up davanti a Valentino Rossi in recupero rosicchiando un bel pò di decimi portandosi a 0″348 dalla vetta.

Buone conferme per Marco Simoncelli, quinto assoluto, retrocede al settimo posto Andrea Dovizioso davanti alle Ducati marchiate Pramac di Aleix Espargaro e Mika Kallio. Undicesimo è Marco Melandri, 13° Ben Spies che scatterà dalla seconda fila con il 5° tempo, una scivolata senza conseguenze per Randy De Puniet: appuntamento alle 14:00.

MotoGP World Championship 2010
Motorland Aragon, Classifica Warm Up

01- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – 1’50.339
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.023
03- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.125
04- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.348
05- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 0.421
06- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 0.467
07- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.557
08- Aleix Espargaro – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 0.751
09- Mika Kallio – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 0.933
10- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 0.934
11- Marco Melandri – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.003
12- Hector Barbera – Paginas Amarillas Aspar – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.076
13- Ben Spies – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.098
14- Hiroshi Aoyama – Interwetten Honda MotoGP – Honda RC212V – 1.321
15- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1.969
16- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.159

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Maverick Vinales sulla Yamaha M1 2020

MotoGP, caso motori Yamaha: Honda e Ducati mettono il veto

MotoGP, Andrea Dovizioso GP Austria 2020

MotoGP, Andrea Dovizioso: oggi incontro Ducati-Battistella

motogp austria sky

MotoGP, Austria: Gli orari del 15/08, diretta Sky/DAZN e differita TV8