MotoGP, Aleix Espargarò e Massimo Rivola

MotoGP, Aprilia apre una nuova era: “Sembravamo sempre Cenerentola”

Aprilia agguanta il 1° podio MotoGP a Silverstone. Massimo Rivola e Aleix Espargarò sperano di inaugurare una nuova era. Domani esordio di Maverick Vinales.

30 agosto 2021 - 8:23

7 anni dopo il ritorno alle corse Aprilia conquista il suo primo podio dell’era MotoGP. Aleix Espargarò inseguiva questo obiettivo costantemente sin dall’inizio di questo Mondiale, in Austria era arrivato a sfiorarlo, a Silverstone ha fatto centro. Una battaglia lunga 20 giri dove in tanti hanno riscontrato problemi con la gomma posteriore, ma non era il caso della RS-GP21 stavolta impeccabile. Corpo a corpo con suo fratello Pol, poi con Pecco Bagnaia, infine con Jack Miller. Nessuno è riuscito a strappargli il sogno. “Colpa mia, perché ero più attento a provare ad attaccare il secondo posto di Rins e ho aperto la porta alla chicane. Ma sono stato intelligente e ho sfruttato la maggior trazione in uscita di curva – racconta Aleix -. Il podio era mio“.

La nuova era Aprilia

La Casa di Noale non vuole più recitare la parte dell’ultima ruota del carro. I tecnici hanno lavorato sodo per portare la moto al livello di quest’anno, i vertici aziendali hanno fatto il possibile per avere un team satellite, anche se l’impresa è fallita, con Gresini che ha scelto Ducati. “Sembravamo sempre Cenerentola, invece abbiamo fatto vedere che lavorando tanto i risultati arrivano“, ha detto Massimo Rivola a ‘La Gazzetta dello Sport’. L’arrivo dell’ex direttore sportivo Ferrari ha dato una svolta decisiva all’ambiente Aprilia. A cominciare dall’arrivo di nuovi innesti ingegneristici provenienti dalla F1. “Dall’arrivo di Rivola è cambiato tanto – ha sottolineato Aleix Espargarò -. Non c’è niente gratis in questo sport, devi lavorare e investire, in questi due anni abbiamo fatto molto e adesso vedi i risultati“.

L’esordio di Vinales

Prossimo passo sarà il test di Misano con Maverick Vinales in programma martedì 31 agosto e mercoledì 1° agosto. Massimo Rivola e Romano Albesiano vogliono accelerare i tempi per portarlo in pista con la RS-GP21. L’obiettivo è lavorare sull’evoluzione del prototipo MotoGP 2022 approfittando delle concessioni, della maggior disponibilità di poter effettuare test e schierare wild card. Il pilota di Roses potrebbe debuttare fra due settimane ad Aragon, un circuito dove l’Aprilia è sempre andata veloce. “Di sicuro Maverick è carico come un pompiere, mi scrive in continuazione e fa il conto alla rovescia – ha ammesso Massimo Rivola -. Ha tanta voglia di guidare e di stare in un gruppo che lo mette al centro dell’attenzione“.

Massaggio Capitale, relax a Roma

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha