MotoGP, Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone: “Sempre d’accordo con Aleix Espargarò”

Il pilota MotoGP Andrea Iannone ringrazia Aprilia per la vicinanza in questo momento difficile. E manda un messaggio di distensione ad Aleix Espargarò.

20 marzo 2020 - 8:40

Tra Andrea Iannone e Aleix Espargarò scorre una sana rivalità che spesso sfocia in bagarre verbali fuori pista. L’ultima all’indomani della presentazione del team Aprilia a Losail, prima dei test MotoGP. Il pilota di Vasto si era assegnato gran parte della paternità della RS-GP 2020, realizzata secondo i suoi feedback. Parole che non sono piaciute allo spagnolo residente ad Andorra che non perse tempo a rispondere in TV. “Ciò che ha detto è una grande mancanza di rispetto per i miei ingegneri, i miei meccanici, Bradley Smith e verso di me, perché non è vero“.

Aleix aveva persino annunciato la fine di ogni rapporto amichevole con The Maniac che, nel corso di una diretta Instagram con Max Biaggi, prova a correggere il tiro. “Sono molto felice di aver svolto un lavoro così importante a Noale. E soprattutto che hanno creduto in me fin dall’inizio. L’intero team Aprilia ha fatto un ottimo lavoro, quindi ovviamente inserisco anche Aleix Espargaró in modo che non si senta offeso. In realtà ci piacciamo e andiamo sempre d’accordo“.

THE MANIAC RINGRAZIA RIVOLA

Il futuro di Andrea Iannone è doppiamente avvolto nell’incertezza. Non solo per l’emergenza Coronavirus che spinge a spostare sempre più in là l’inizio della stagione MotoGP. Ma anche per l’attesa della sentenza della CDI sul presunto caso doping. Per l’abruzzese la strada si è fatta in salita già lo scorso 17 dicembre, quando ha ricevuto la notizia della positività al drostanolone. In questo periodo Aprilia non gli ha fatto mai mancare il proprio sostegno. Un grazie particolare va a Massimo Rivola: “Penso che sia stato un colpo di fortuna… L’anno scorso ha sempre fatto molto bene. Personalmente ha superato di gran lunga le aspettative. Massimo è una persona molto importante per me, non mi ha mai lasciato solo, questo vale anche per Aprilia nel suo insieme. Credo che molte cose sarebbero state diverse senza Massimo“.

L’arrivo dell’ingegnere ex Ferrari ha consentito a Romano Albesiano di dedicarsi interamente alla parte tecnica. “Prima c’era solo Albesiano, che è più un tecnico e non ha potuto svolgere il ruolo di direttore sportivo. Massimo si occupa di tutto, tranne del lato tecnico“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi e l’Academy: allenamenti per il caldo a oltre 40°

jack miller ducati motogp

MotoGP, Daniel Ricciardo: “Per Jack Miller è arrivato il momento giusto”

motogp brno

MotoGP: È ufficiale, il Gran Premio a Brno si svolgerà a porte chiuse