2 commenti

Ringhietto
8:58, 4 dicembre 2020

Per molti giornalisti (di altre testate) è stato più facile gridare al complotto contro un pilota Italiano che dire come sono andate le cose in realtà

    Paolo Gozzi
    9:39, 4 dicembre 2020

    Concordo. Purtroppo, per motivi di convenienza nazionalistica, non è dato il giusto peso all’unico dato accertato e inconfutabile: Andrea Iannone è risultato positivo al drostanolone sia all’esame del campione A che alla controprova del campione B. Altro concetto che tanti media non hanno compreso, nè considerato: in ogni procedimento giudiziario, c’è una “verità processuale” che è quella che conta. La “verità vera” (cioè come siano andate effettivamente le cose) non conta niente, contano le evidenze e i documenti che i giudici hanno effettivamente in mano. Questi sono i concetti di base che Corsedimoto ha cercato di far conoscere ai lettori. Tra l’altro, sono chiavi di lettura che servono per capire meglio qualsiasi fatto giudiziario, anche in contesti aldilà dello sport.