Andrea Iannone al Mugello

MotoGP, Andrea Iannone: “Il nostro obiettivo richiede tempo”

Andrea Iannone conquista un punto in Italia: "Non è stato il Mugello che volevo". Aleix Espargarò chiude ancora una volta in avanti: "Difficile sorpassare".

2 giugno 2019 - 19:40

Il Mugello si è rivelato più ostico del previsto per Casa Aprilia, ma le cadute di Bagnaia, Miller e Rossi hanno permesso ad Aleix Espargarò e Andrea Iannone di chiudere entrambi in zona punti. Dopo una assai difficoltosa  le RS-GP hanno saputo risalire e, soprattutto, portare nuovi feedback per lo sviluppo della moto.

Andrea Iannone, partito dall’ultima piazza in griglia per la seconda volta consecutiva ha portato a casa un punticino duellando a lungo con Oliveira, Mir e Zarco. Dopo l’infortunio di Jerez la notizia è il ritorno di The Maniac ad una buona condizione fisica. “Sono abbastanza soddisfatto, soprattutto del ritmo nella prima parte di gara. Sono partito da molto indietro, sono riuscito a lottare e a recuperare molto terreno, anche su Aleix che è il mio riferimento. Purtroppo negli ultimi giri con Mir e Zarco ci siamo disturbati, perdendo tempo e permettendo anche a chi stava dietro di avvicinarsi. Chiaramente non è stato il Mugello che mi aspettavo – ha concluso Andrea Iannone -. Ma il nostro obiettivo di migliorare la moto richiede tempo“.

Aleix Espargaro, scattato dalla quinta fila, ha perso posizioni dopo un contatto che gli ha fatto perdere tre posizioni. Ha faticato a sorpassare Lorenzo, quando ci è riuscito era tardi per risalire nel gruppo degli inseguitori. “Sono partito bene, ma Zarco mi ha toccato in maniera decisa al primo giro facendomi perdere tempo. Avevo un buon passo gara e avrei potuto lottare con Pol e Pirro in top ten – ha spiegato Espargarò -, ma ho avuto difficoltà a sorpassare. Oggi c’erano condizioni estreme, faceva molto caldo e c’era poco grip. Ma considerando la posizione di partenza i 20″ dal vincitore sono un buon traguardo“.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Per me il Mondiale è già finito”

MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Paolo Ciabatti: “Non sarà facile sostituire Andrea Dovizioso”

rins motogp

MotoGP, Manuel Cazeaux: “Alex Rins era pronto, ma l’incidente a Jerez…”