MotoGP: Andrea Iannone e Aprilia, la strada è lunga

Avanti piano: l'abruzzese continua l'apprendistato con la RS-GP, Aleix Espargaro a mezzo servizio

30 novembre 2018 - 20:29

Andrea Iannone ha già scoperto che portare stabilmente l’Aprilia nelle posizioni di vertice della MotoGP non sarà un’impresa da poco. “La strada è lunga però un questa seconda uscita ho capito cose importanti” puntualizza il pilota abruzzese, incappato in una rovinosa caduta nel primo giorno di test a Jerez. “E’ stato il problema principale, perchè il secondo giorno non ero in condizioni fisiche perfette.” Iannone ha chiuso i test con il 16° tempo, a oltre un secondo dal giapponese Takaaki Nakagami, pupillo honda, autore del giro più veloce (qui cronaca e classifica completa)

Dopo essere sceso in pista per pochi giri nella seconda e ultima giornata,  Aleix Espargaro’ ha dovuto infatti alzare bandiera bianca a causa dei postumi della gastrite che lo ha costretto a saltare la sessione iniziale. In Spagna hanno girato anche i tester Bradley Smith e Matteo Baiocco, che si sono concentrati soprattutto su test di motore.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Alberto Puig team manager HRC

MotoGP, Alberto Puig: “I Marquez sono piloti, non vedo fratelli”

Alex Marquez

MotoGP, ufficiale: Alex Marquez firma con Repsol Honda

Danilo Petrucci MotoGP 2019

MotoGP, Danilo Petrucci esausto: “Non mi sono mai fermato”