Andrea Iannone pilota Aprilia

MotoGP, Andrea Iannone: “Ad Austin per cercare conferme”

Andrea Iannone cerca il riscatto ad Austin dopo l'opaca prestazione di Rio Hondo. Aleix Espargarò punta alla terza top-10 stagionale.

11 aprile 2019 - 9:32

Andrea Iannone approda ad Austin dopo il 17esimo posto di Termas de Rio Hondo. I problemi con la sua Aprilia RS-GP sono ancora lontani dall’essere focalizzati e risolti. Nel week-end argentino aveva esordito alla grande nelle prove del venerdì, ma al momento di apportare modifiche le prestazioni sono calate.

IL COTA è l’ultima tappa prima dell’approdo della MotoGP a Jerez, ma dopo la gara Aprilia scenderà in pista anche lunedì per un test privato. Sarà una buona occasione per proseguire lo sviluppo della moto di Noale prima dello sbarco a Jerez. “Quella della gara in Argentina non è la nostra posizione, lo sappiamo e dobbiamo migliorare“, ha ammesso Andrea Iannone. L’obiettivo minimo è finire in zona punti in ogni gara e vincere lo scontro diretto con KTM. “Cercheremo conferme ad Austin, è una pista che affronto per la prima volta con l’Aprilia, quindi è difficile fare previsioni. Sapevamo fin dall’inizio di questa avventura che avremmo avuto bisogno di tempo, ma gli obiettivi sono chiari e la dedizione è massima“.

Aleix Espargarò ha centrato due top-10 su due, ma al termine del GP d’Argentina non era ancora soddisfatto. Migliorata la prestazione assoluta del motore e il feeling con l’anteriore, manca di grip al posteriore, soprattutto nella seconda parte di gara. “Il mio obiettivo rimane quello di arrivare a Jerez ancora in top-10 nel campionato, con un buon bagaglio di punti e piazzamenti. Per fare questo dobbiamo sempre ottenere il massimo dal nostro pacchetto tecnico, come nelle prime due gare. Qui al COTA lo scorso anno in gara ho fatto una bella rimonta, non è la pista più facile per noi ma spero di poter lavorare bene durante il weekend e nella giornata di test“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

lorenzo dalla porta

Moto3, Motegi: Prove 1, Lorenzo Dalla Porta 1° con caduta

Gigi Dall'Igna

MotoGP, Gigi Dall’Igna: “A Valencia una Ducati completamente nuova”

red bull rookies cup

Red Bull Rookies Cup, Luca Lunetta scelto per la stagione 2020