Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Voglio tenere in vita il Mondiale”

Andrea Dovizioso conquista la seconda vittoria stagionale. Una buona iniezione di fiducia: "Mondiale resta aperto, ma difficile combattere contro Marquez".

11 agosto 2019 - 18:47

Forse non sarà una vittoria rilevante per la corsa al Mondiale, ma per Andrea Dovizioso resta una delle più belle in carriera (qui le immagini degli ultimi, decisivi giri). Al Red Bull Ring ha giocato d’astuzia e con un pizzico di buona sorte contro Marc Marquez, un continuo tira e molla dalla partenza alla bandiera a scacchi. A fare la differenza non è la velocità, ma il grip: “Non ero più veloce di Marc Márquez, ma alla fine ho avuto più aderenza. Questa vittoria ci dà energia” (qui cronaca e classifica)

Dopo un week-end iniziato all’insegna dei rumors di un eventuale ritorno di Jorge Lorenzo in Ducati, serviva un’iniezione di fiducia. E una vittoria porta sempre una ventata di ottimismo, ancor più coinvolgente se arriva negli ultimi metri. “Penso che sia stata una delle mie vittorie migliori, se non la migliore di sempre. Sui freni abbiamo provato a risparmiare un po’ la gomma, ma eravamo al limite. Se sei dietro un pilota, è un po’ più difficile se spingi al 100%. Devi stare molto attento ai freni e non frenare troppo tardi – ha spiegato Andrea Dovizioso –, perché è molto facile fare un errore“.

DOVIZIOSO E IL MONDIALE ORMAI LONTANO

Il primo sbaglio è arrivato alla curva 3 dopo la partenza, entrambi sono arrivati lunghi e costretti a rincorrere per qualche giro Fabio Quartararo. Poi la potenza dei V4 ha fatto la differenza. “Prima della gara non avevamo la stessa velocità di Marc, quindi avevamo bisogno di una strategia per provare a stare con lui. La temperatura è cambiata rispetto a sabato, abbiamo scelto una gomma diversa, forse questo ha influito“. La strategia della soft al posteriore si rivela la carta vincente per non perdere il treno Marquez. “Abbiamo iniziato con un altro set-up che non abbiamo potuto testare perché purtroppo era bagnato durante il warm-up e ha funzionato. Ho iniziato in modo molto aggressivo, ma Marc era ancora più aggressivo“.

Nei giri finali la gomma del Cabroncito iniziava a soffrire, nelle ultime due curve ha tentato il tutto per tutto, compiendo la 9 in maniera impeccabile. Prima dell’ultima staccata vincente: “Sono così felice per la Ducati perché avevamo bisogno di questa vittoria. Questo ci dà energia per il futuro“. Nella classifica iridata Andrea Dovizioso ha guadagnato cinque punti, ma il gap è ancora di 58 punti. “Il Mondiale resta aperto. Questa gara non cambia il futuro, perché Marc ha mostrato il suo potenziale in molte gare. Voglio tenere in vita il campionato. Ma se pensi realisticamente, allora è molto difficile combattere contro Marc in questo momento“.

MotoGP Misano: Biglietti scontati per i lettori di Corsedimoto

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Marquez e Valentino Rossi

MotoGP, Dovizioso: “Valentino ha più talento di Marquez”

Cal Crutchlow

Crutchlow: “Concordo con Lorenzo, ma voglio continuare con Honda”

motogp michelin

MotoGP, Motegi: Michelin, sfida su un tracciato ‘stop&go’