Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Rivali veloci, difficile fare previsioni”

Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci sono chiamati ad una prova di forza al GP del Mugello per frenare l'avanzata di Márquez. Pirro in pista come wild card.

29 maggio 2019 - 11:20

Ducati si prepara per il Gran Premio di casa al Mugello, con Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci chiamati ad una prova di forza per arrestare l’avanzata di Marc Márquez. Il tracciato toscano nelle due ultime edizioni si è rivelato territorio inespugnabile per le Rosse, merito anche del lungo rettilineo che ha esaltato il possente motore della Desmosedici. Con la Honda RC-V che ha lavorato tutto l’inverno per colmare il gap, gli ingegneri di Borgo Panigale sono al lavoro per trovare un nuovo asso nella manica lavorando sull’elettronica, sulla ciclistica o l’aerodinamica.

OBIETTIVO VITTORIA PER DESMODOVI

Andrea Dovizioso, rispetto al rivale Marc Márquez, ha concluso ogni gara in zona punti, vincendo solo il round d’esordio a Losail. 8 i punti di distanza in classifica e il Mugello rappresenta già una tappa decisiva per il discorso iridato. “Arrivare al Mugello dopo un risultato come quello ottenuto a Le Mans, con tre Ducati nelle prime quattro posizioni, è certamente positivo anche se puntiamo più in alto“, ha detto il forlivese, che festeggerà il suo 300° GP al Mugello. I tecnici passano al vaglio ogni area della GP19 e studiano i dati a disposizione per capire dove c’è più margine di miglioramento. “Questa è la nostra gara di casa e credo che possiamo essere competitivi e veloci. Quindi il nostro obiettivo è prima di tutto salire sul podio ancora una volta. Come abbiamo visto in queste prime gare, quest’anno i nostri rivali sono anche particolarmente veloci, quindi è difficile fare previsioni… Spero che il tempo sia buono, perché ho grandi aspettative per questo round“.

PETRUCCI PUNTA NUOVAMENTE AL PODIO

Gara importante per il compagno di team Danilo Petrucci che, dopo il 3° posto a Le Mans, vuole confermarsi pilota da podio. In ballo anche il rinnovo del contratto che sarà deciso entro metà giugno. “Ho sempre buone sensazioni quando è il momento di correre al Mugello, sono molto contento perché corro ‘a casa’, su quello che è il mio circuito preferito, nonché una buona pista per sfruttare le potenzialità della Desmosedici“. Quinto in classifica piloti, l’obiettivo minimo è blindare la posizione: “Penso che questo round rappresenti una buona opportunità per fare una buona prestazione – ha sottolineato Petrux. “Sono davvero felice di affrontarlo dopo aver conquistato il mio primo podio dell’anno a Le Mans che ci ha dato fiducia“.

PIRRO, WILD CARD UN ANNO DOPO L’INCIDENTE

Sarà una Ducati a tre punte, anzi quattro (contando Jack Miller), con Michele Pirro in veste di wild card. Due settimane fa il collaudatore pugliese ha effettuato un test privato con la GP19. Qui un anno fa riportò un brutto incidente nelle libere, fatto che lo costrinse a saltare la gara. “Mi sento bene e fisicamente in forma, ho avuto buone sensazioni guidando la Desmosedici GP durante i test svolti qualche giorno fa sulla pista toscana“, ha detto Pirro. “Sono fiducioso di aver fatto tutto il possibile per essere pronto e cercherò di aiutare Andrea e Danilo a ottenere il miglior risultato possibile. Sarà sicuramente un weekend pieno di emozioni, sono felice di condividerlo con tutti i nostri fan. Sono ancora qui, un anno dopo, pronto a dare il massimo“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Ho dimostrato di meritare la Yamaha”

MotoGP furti Sepang

MotoGP, furti a Sepang: recuperata la refurtiva

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “2020 anno cruciale: se non miglioriamo addio MotoGP”