MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: retroscena del contratto con Yamaha

Andrea Dovizioso e Yamaha saranno legati in MotoGP almeno fino al 2022. Da Misano a Valencia inizierà un lavoro di adattamento alla YZR-M1 e al nuovo team.

29 agosto 2021 - 17:06

La trattativa tra Andrea Dovizioso e Yamaha è cominciata già prima del GP di Assen. Nel paddock della MotoGP c’era già qualcosa in fermento e Simone Battistella, manager del pilota forlivese, ha captato al balzo l’occasione. A Silverstone finalmente la firma con la Casa di Iwata, a cui Andrea sarà legato direttamente. L’addio del title sponsor Petronas (e l’arrivo di WithU) e il caso Vinales hanno consentito di incastrare i tasselli del puzzle. Da Misano intraprenderà un lavoro propedeutico di adattamento con la YZR-M1 fino a Valencia, si affiancherà a Valentino Rossi nel box Petronas. Senza l’urgenza di dover fare risultato, almeno per questa stagione.

Andrea Dovizioso non ha mai annunciato l’addio alla MotoGP dopo la rescissione del contratto con Ducati. Si è preso un periodo di riposo fisico e psicologico, restando in attesa di una grande occasione per il ritorno. Ed eccola qua, anche per merito di Maverick Vinales che ha mandato alle ortiche la collaborazione con Yamaha in tempi imprevedibili. “Andrea ha vissuto bene questo periodo, ha fatto quello che voleva, cioè staccare un po’ la spina, rilassarsi, godersi una vita diversa da quella che ha vissuto negli ultimi venti anni. Ieri era a girare con il cross, è rilassato“, ha spiegato Simone Battistella.

Da Misano a Valencia per conoscere la M1

Si è tenuto “riscaldato” nei panni del collaudatore Aprilia, ma senza mai immergersi totalmente in un progetto che poco lo ha convinto fin dalla prima uscita. Con Yamaha ha firmato un contratto fino al 2022. “Si sente di correre se ci sono le condizioni per poter vincere, questa è la sua mentalità. Il resto sono dettagli meno importanti. Chiaramente una moto ufficiale è una buona opportunità. Ramon è un tecnico fantastico, conosce la Yamaha in modo unico, è una persona calma e riflessiva quindi si adatta al carattere di Andrea. All’inizio della carriera lo ha visto in un test, i presupposti sono sicuramente buoni“.

Il Dovi ritornerà in MotoGP senza aspettative nella stagione MotoGP 2021. Inizierà a collaborare ai box con Ramon Forcada, soprattutto per conoscere meglio il feeling tra la M1 e le gomme Michelin. “Chiunque salisse su una moto di ogni livello non può pensare di lanciarsi in questa mischia e pensare di essere competitivo. Questo è un gruppo di assatanati in cui tutti vanno forte e conoscono bene le gomme – ha concluso Simone Battistella -. L’obiettivo è conoscere la moto, le gomme e la squadra, capire come interpretare queste cose senza pressione, perché non si gioca nulla in questo campionato“.

GP San Marino e Riviera Rimini Biglietti qui

Photo: Instagram @andreadovizioso

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

franco morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sfida superata in maniera decente”

aleix espargaro misano motogp

MotoGP: comanda Aleix Espargaró nel day-2, Bagnaia top dei Test Misano

alex rins motogp

MotoGP, Alex Rins: “Sylvain Guintoli? Non so davvero come faccia”