Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Partiremo a razzo e senza pause”

Andrea Dovizioso ottimista sulla stagione MotoGP 2020. Intanto si allena nel capannone vicino casa e si dedica ai lavoretti di casa.

14 marzo 2020 - 18:31

La pandemia di coronavirus blocca anche gli allenamenti del vicecampione di MotoGP Andrea Dovizioso. Una situazione molto particolare anche per il pilota della Ducati, in attesa di sapere quando prenderà il via la stagione 2020. Anche le l’uscita dall’emergenza sanitaria sembra ancora lontana. “Purtroppo non siamo liberi di fare quello che facciamo normalmente, seguire la nostra routine“, ha detto a Sky Sport. “Siamo tutti particolarmente limitati, però la preparazione atletica non viene condizionata, anche se è cambiato il nostro programma. Avevamo già tutto fissato e pronto per la stagione. Non cambia niente, nel senso che continui comunque ad allenarti“.

Il Mondiale non prenderà il via prima del mese di maggio, ma è la migliore ipotesi. “Fortunatamente da poco più di un anno ho un capannone di fianco a casa mia dove tengo le moto e faccio la preparazione atletica. È la mia palestra privata, e lì passo il tempo ad allenarmi. Per il resto adesso c’è il tempo di fare certi lavoretti di casa che normalmente si rimandano, si mettono a posto le cose in disordine“.

Andrea Dovizioso trascorre il tempo su internet alla ricerca di video di motocross americano. Resta un po’ di amaro in bocca per le gare MotoGP annullate, soprattutto in Qatar, tracciato favorevole alla Ducati. “I test erano andati bene, quindi ero fiducioso e non vedevo l’ora di iniziare. Ed era tutto pronto“. Non resta che attendere le decisioni della Dorna: “Immagino che dopo il via si partirà a razzo senza pause. Di conseguenza dipende da quando succede, in quale data, dipende da quanto tempo rimane, da quante gare faremo. Più sono compresse e più sarà dura… Però, sinceramente, in questo momento non lo guardo neanche il calendario… Non si possono fare previsioni. È inutile mettersi a tavolino a pianificare. Quando ci diranno: ‘Si parte da questa pista, questo giorno’, allora si potranno iniziare a fare dei ragionamenti“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Alex vince alla Play, ma conta l’asfalto”

Razlan Razali

Razlan Razali non sarà più CEO del circuito di Sepang

motogp virtual race 2

MotoGP, 2° Virtual Race in Austria. Anche Rossi, Petrucci e Pirro al via