MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso è pronto: che coppia con Valentino Rossi!

Andrea Dovizioso ritorna in MotoGP dopo l'addio a Ducati. Esordio in Yamaha a Misano, nell'altro angolo del box c'è Valentino Rossi.

15 settembre 2021 - 8:11

Il Gran Premio di Misano sta per avere inizio e sarà un week-end all’insegna del tricolore. Pecco Bagnaia reduce dalla vittoria di Aragon, Valentino Rossi che prepara l’addio, Franco Morbidelli ritorna dopo un lungo infortunio. Enea Bastianini in scalata verso l’alto dopo il sesto posto di domenica scorsa, Luca Marini desideroso di riscatto con Ducati. E poi c’è Andrea Dovizioso che ritorna in MotoGP dopo dieci mesi di stop e l’addio alla Casa di Borgo Panigale. Grazie al buon lavoro del suo manager Simone Battistella ha saputo approfittare del divorzio di Maverick Vinales per salire in sella alla Yamaha M1 del team satellite Petronas.

Contatti e contratto direttamente con i manager di Iwata, subito in pista per prendere le misure al prototipo, anche se in versione 2019. Dalla prossima stagione MotoGP a disposizione una moto factory alla pari di Quartararo e Morbidelli. Chi temeva che non avremmo più rivisto Andrea Dovizioso in MotoGP si sbagliava. La carriera del miglior pilota italiano degli ultimi anni non poteva finire con un arrivederci e grazie. Sarà la sua ventesima stagione nel Motomondiale. All’età di 35 anni è probabilmente lo sprint finale della sua carriera. Sa di poter essere competitivo con una M1 che fa della percorrenza di curva il suo punto forte, un prototipo che ha già conosciuto nel 2012 con il team satellite Tech3. All’epoca aveva conquistato sei podi, ma adesso bisogna fare i conti con una concorrenza agguerritissima.

Si è tenuto in forma correndo qualche test con l’Aprilia, anche se il matrimonio non è andato in porto. Ha potuto allenarsi con il motocross, quindi arriverà in buona forma a Misano, e ha sondato il box Petronas già nel fine settimana di Aragon. Saranno cinque Gran Premi di rodaggio prima di avere tra le mano una M1 factory. Solo allora potremo capire il vero potenziale del binomio Dovizioso-Yamaha. Intanto ci godiamo questo esordio in terra italiana e al fianco dell’amico  rivale Valentino Rossi. Due veterani insieme nel team Petronas, che in teoria dovrebbe promuovere giovani leve… Anche per questo il week-end che sta arrivando si annuncia speciale e suggestivo. E non mancheranno altre sorprese: dopo i colpi di mercato piloti MotoGP c’è da pensare agli sponsor…

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

3 commenti

trediciport_13696908
14:02, 15 settembre 2021

na coppia di vecchietti, che culo per la petronas, da vice campione del mondo a spizio per anziani!

    Max75BA
    16:52, 15 settembre 2021

    Il Dovi per Petronas è un investimento per il prossimo anno a cui affiancherà un giovane…mi chiedo se potrà vincere il titolo in un team non ufficiale avendo scartato Aprilia e non trovando un team ufficiale che lotti per il titolo…ad oggi se non sbaglio in motogp non è mai avvenuto tale evento…

Anonimus
9:21, 15 settembre 2021

Il “buon lavoro”, il suo manager Battistella, lo avrebbe dovuto fare all’inizio dell’anno scorso quando gli si presentò un offerta da KTM che però lui ritenne troppo bassa per il suo pilota, salvo poi pentirsene una volta che per il Dovi non c’erano più selle disponibili… Trovargli un posto in Petronas è stata più la fortuna che il frutto di “un buon lavoro”….

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Gomme Michelin? Serve più coerenza”

enea bastianini motogp

MotoGP, Enea Bastianini: “Michele Pirro riferimento nelle prime libere”

motogp misano 2021

MotoGP Misano: dal ritorno di Morbidelli al “vero momento” di Márquez