MotoGP, Andrea Dovizioso con l'Aprilia RS-GP

MotoGP, Andrea Dovizioso-Aprilia: sarà l’inizio di una nuova era

Andrea Dovizioso e Aprilia destinati al matrimonio in MotoGP. La soddisfazione di Romano Albesiano e le parole fraterne di Lorenzo Savadori.

26 aprile 2021 - 9:05

Sono giorni di grande fermento per Aprilia che ha iniziato la stagione MotoGP 2021 alla ribalta. Dopo il primo test di Andrea Dovizioso, il 6° posto di Aleix Espargarò a Portimao e il week-end dell’All Stars a Misano, l’attenzione si sposta a Jerez. La casa di Noale vuole continuare la scia positiva di risultati e magari avvicinarsi ulteriormente al podio. Poi l’11-12 maggio ci sarà un altro importante appuntamento al Mugello con il Dovi, dove si deciderà il futuro dell’ex vicecampione.

Il punto di Romano Albesiano

Aprilia ha seguito con grande attenzione il lavoro e l’approccio di Dovizioso a Jerez. Presenti Massimo Rivola e il direttore tecnico Romano Albesiano. “Da un punto di vista tecnico e umano, è stata una bella esperienza“, afferma Albesiano a MotoGP .com. “Ci è voluto molto tempo per trovare la giusta posizione di seduta dopo aver guidato un’altra moto per così tanto tempo“. Andrea ha fatto visita a Noale dove ha potuto prendere le misure alla seduta della sua RS-GP, ma solo girando a certe velocità si potevano limare i dettagli ergonomici. “Ci vuole solo tempo per abituarsi a qualcosa di diverso. Ha imparato a conoscere l’elettronica, il carattere del motore. È stato un processo normale conoscere una nuova moto“.

Nella prima uscita a Jerez i tempi non avevano nessuna importanza, ma al Mugello si comincerà a fare sul serio. Poi sarà il momento di pianificare il futuro. La strada porta verso il ritorno di Andrea Dovizioso in MotoGP, ma solo nel 2022. L’ipotesi wild card per quest’anno resta possibile. “Possiamo scambiare le nostre esperienze gli uni con gli altri“, aggiunge il direttore tecnico. “Finora è stata una situazione vantaggiosa per entrambi. Ci ha dato degli indizi per pensare a cose nuove. Dobbiamo sviluppare queste idee e mostrarle agli altri nostri piloti… Ogni pilota ha il suo stile. Con Aleix abbiamo un pilota molto veloce. Non puoi solo prendere un’idea, devi svilupparla“.

L’accoglienza di Savadori

A seguire da vicino la tre giorni di test del forlivese a Jerez c’era anche l’amico Lorenzo Savadori. Proprio lui potrebbe perdere la sella in MotoGP con l’eventuale ingresso dell’ex pilota Ducati. Ma Aprilia dovrebbe allestire un team satellite dal prossimo anno, dove potrebbe trovare posto. “Dovizioso è un buon amico, viviamo vicino“, osserva Savadori. “Ci conosciamo da 20 anni, credo. Ci alleniamo insieme da quando ho iniziato nella classe 125cc. È un buon amico, una grande persona, un pilota veloce e un grande campione. Cerco di imparare molto da lui. È come un fratello maggiore per me e andiamo molto d’accordo“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

makiland
11:34, 26 aprile 2021

Tutto sembra andare per il meglio in attesa del Grande Ritorno di AD a fare il suo mestiere … il Combattente e … speriamo anche Vincitore … Allora Forza, Coraggio e un po’ di sregolatezza per questo Grande Salto di Qualità per Aprilia !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

kelso ortola ogden whatley moto3

Moto3: Kelso, Ortolá, Ogden e Whatley, ecco i primi rookie ufficiali

MotoGP, Andrea Dovizioso con la Yamaha M1

MotoGP, Dovizioso: Quartararo maestro di stile, ma lo stop pesa tanto

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi: mani in pasta sul Mondiale, resta il rebus Aramco