MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso alza bandiera bianca: “Non puoi combattere”

Andrea Dovizioso a -28 dalla vetta della classifica MotoGP. Il doppio round di Aragon ha messo fine alle sue speranze di titolo mondiale.

26 ottobre 2020 - 7:28

Andrea Dovizioso 13° a Teruel ed ormai viene tagliato fuori dalla corsa al titolo MotoGP, anche se non matematicamente. Scivola quinto in classifica a -28 dalla leadership di Joan Mir, quando mancano appena tre gare da disputare. Ci sarebbe ancora qualche speranza se quella di Aragon fosse una mancanza isolata, ma i problemi alla sua Ducati GP20 proseguono indissolubilmente dall’inizio della stagione. A preoccupare è un’assoluta mancanza di velocità e di feeling con la nuova gomma Michelin.

I problemi di una stagione

Solo Tito Rabat (14°) e Bradley Smith (15°) sono arrivati ​​dietro a ‘Dovi’ in questo week-end. Dopo pochi giri le sue gomme si sono usurate. “All’inizio della gara non ero lento, ma la gomma era troppo morbida ed ha ceduto molto velocemente, è successo a tutti. E quando sei lento devi spremere di più la moto, e questo è ciò che è successo oggi, ho esaurito le gomme. Alla fine tutto è una conseguenza di non aver guidato bene“. Al campionato ha smesso ormai di crederci: “Non credo sia il momento di parlare di campionato. Non ho la velocità per farlo, non riesco nemmeno a pensare al campionato. La strategia è cercare di sfruttare quello che possiamo, ma le nostre possibilità per il titolo sono quasi nulle. Senza velocità non puoi combattere“.

Alti e bassi in Ducati

Come spiegare allora le buone sensazioni di Johann Zarco nelle qualifiche (seconda fila) e in gara (5°). “La cosa di Zarco è qualcosa che sta succedendo da inizio stagione. Non credo ci sia una ragione tecnica, solo alcuni piloti in certe occasioni provano sensazioni migliori e vanno più veloci. Bagnaia era fortissimo, anche Zarco, Danilo e Jack. E alla fine come stanno? Con tanti alti e bassi, ed è per questo che sono dove sono. Guarda la classifica e capirai“. Dal canto loro gli ingegneri Ducati non hanno trovato la soluzione ai problemi. “Tutti stanno studiando una soluzione, ma nessuno l’ha ancora trovata, perché se l’avessero trovata ora sarebbero molto più avanti di me in campionato. Penso che la situazione sia molto simile per tutti i piloti Ducati“.

Per Andrea Dovizioso saranno giorni di relax e allenamento in motocross, anche se dovrà fare i conti con le restrizioni per l’emergenza Covid-19. “Ho sentito parlare di Chaz Davies, mi ha scritto con la storia che vuole venire a innaffiare la mia pista da motocross (ride). Mi ha fatto ridere, mi ha persino mandato un fotomontaggio mentre annaffiava la pista“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Herve Poncharal

Hervé Poncharal: “Tech3 in MotoGP fino al 2026”

binder motogp

MotoGP, fratelli vincenti: dai Milani ai Binder, tutti i vincitori di GP

MotoGé, Franco Morbidelli pilota Yamaha Petronas

MotoGP, Franco Morbidelli: una Yamaha factory? No, grazie