bagnaia motogp

MotoGP, amarezza Bagnaia: “Caduta inspiegabile, non spingevo nemmeno!”

Francesco Bagnaia, una caduta inaspettata che cancella una gara (e un GP) da netto protagonista. "La moto fa paura, ma ogni volta succede qualcosa..."

20 settembre 2020 - 15:35

Non è il primo Gran Premio in cui Francesco Bagnaia si mette in evidenza quest’anno. Non è stato da meno a Misano-2: ha mancato la pole da record solo per un errore, ma in gara ha fatto sognare a lungo i tifosi italiani dominando con autorità sulla pista di casa. La cocente delusione arriva a sette giri dalla fine: un inaspettato incidente, la fine del sogno della prima vittoria MotoGP. Mastica molto amaro l’alfiere Pramac: il rammarico è tanto e ci vorrà un po’ per digerirlo… La nota positiva, se vogliamo vederla, è la conferma ancora una volta della grande crescita fatta rispetto alla sua prima stagione nella classe regina.

VIDEO La caduta a sette giri dalla fine, sogni infranti per Bagnaia

“Quest’anno andiamo a braccetto con la sfiga” ha commentato comprensibilmente amareggiato Pecco Bagnaia ai microfoni di Sky Sport MotoGP. Ci era andato così vicino… “La moto fa paura, siamo veloci sempre, ma ogni volta succede qualcosa: a Jerez il motore, a Brno una caduta stupida e l’infortunio, oggi questo. Dà tanto fastidio. Fossi stato secondo, impegnato nel recupero su Viñales, certo sarebbe stato più accettabile, ma così… Non stavo nemmeno spingendo! Tutto mi veniva facilmente, la moto è competitiva e potevo permettermi di andare via senza forzare, anzi stavo gestendo la gara.”

Proprio per questo ‘Pecco’ non trova una motivazione. “È inspiegabile! Non avevo avuto nessun avviso nei giri precedenti, tutto andava bene” ha sottolineato. “Per questo è un po’ preoccupante. Adesso dovremo analizzare la moto per capire cos’è successo, se si tratta di un errore mio oppure no.” Note positive? “Certo sono più veloce dell’anno scorso, ma vorrei davvero che le cose fossero andate meglio finora. Solo a Misano-1 non ho avuto nessun problema! Stavolta eravamo ben più forti e sono finito a terra. Mi dispiace anche per il grande lavoro dei ragazzi del team. La ruota gira per tutti, ma devo farmela passare perché adesso mi girano.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp grid

MotoGP, Moto2, Moto3: Le griglie 2021 prendono sempre più forma

ayumu sasaki moto3

Moto3, il primo podio di Ayumu Sasaki: “Dopo quattro anni duri, eccomi!”

MotoGP, Alex Marquez e Johann Zarco

MotoGP, Alex Marquez: “Johann Zarco non è stato intelligente”