marquez espargaro motogp

MotoGP, altri segnali a Portimao: Honda continua a risalire

Alex Márquez in lotta per il podio, Pol Espargaró 6° in rimonta. A Portimao altri segnali positivi per Honda. Alberto Puig traccia il bilancio del GP.

8 novembre 2021 - 16:51

Più volte ci ha pensato Marc Márquez, Takaaki Nakagami ha chiuso per due volte poco lontano dal podio. A Misano-2 è arrivata la doppietta del #93 con Pol Espargaró, a Portimao-2 ecco Alex Márquez combattivo e ad un soffio dal 3° posto. Sempre più segnali a confermare come in casa Honda la situazione stia nettamente migliorando, di conseguenza i piloti si rivedono nelle zone alte. Certo bisogna fare attenzione alle condizioni fisiche del pluricampione MotoGP, ma l’Ala Dorata si sta impegnando a fondo per tornare grande protagonista nel prossimo campionato. Come ha confermato anche il collaudatore Stefan Bradl, “Siamo sulla strada giusta.”

Come di consueto, Alberto Puig ha tracciato un bilancio del fine settimana vissuto dalla truppa Honda. Senza Marc Márquez, rimasto a casa dopo un incidente in bici, come lo stesso team manager aveva spiegato prima dell’inizio del GP. “È una brutta notizia sia per noi che per lui” ha ammesso. Al suo posto ecco il tester tedesco, ingaggiato per questo weekend. Da vedere poi per l’ultima tappa stagionale a Valencia… “Stefan ha svolto benissimo il suo lavoro, come nei suoi standard” ha sottolineato Puig. “Non ha avuto nemmeno il tempo di prepararsi: il suo ruolo è importante e apprezziamo sempre i suoi sforzi.”

Passa poi ai suoi piloti di punta a Portimao. “Pol Espargaró ed Alex Márquez sono stati sempre costanti, ogni giorno, ed in gara si sono comportati bene. Una corsa del genere era importante soprattutto per Alex dopo tanti GP difficili: ha dimostrato a se stesso e a tutti di essere un pilota veloce. Siamo contenti per lui e per LCR Honda.” Qualche intoppo in più per il #44. “Ad inizio gara c’è stato un problema con Lecuona ed è andato largo, perdendo tante posizioni. Un peccato perché poteva essere con Alex e Miller, ma succede in gara. Ma sta facendo quello che ci aspettavamo quando l’abbiamo ingaggiato: sta capendo la Honda e dimostrando che può stare coi primi.”

Manca un GP alla fine del campionato, Puig si aspetta altri segnali importanti dai suoi ragazzi. “Pol può arrivare alla top ten in campionato, sarebbe bello dopo vari momenti difficili quest’anno. Sarà poi un’occasione per vedere se Alex può mantenere questo livello, e speriamo che Takaaki Nakagami possa finire bene la stagione.” Non sarebbe male un’altra iniezione di fiducia prima di concentrarsi totalmente sul 2022. “Non è stato un anno positivo per noi e HRC: ora pensiamo a Valencia, poi penseremo alla nuova sfida.” 

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Foto: HRC Media

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi a 'Striscia la notizia'

MotoGP, Valentino Rossi braccato da ‘Striscia’: staffilata a Marc Marquez…

Moto2 Supersport

Moto2, Baldassarri pronto a lasciare e approdare in Supersport con MV?

Valentino Rossi

Tavullia in subbuglio per Valentino Rossi: via striscioni e stendardi