MotoGP: alla scoperta del Motorland Aragon di Alcaniz

Il nuovo tracciato che ospiterà il GP d'Aragona

16 settembre 2010 - 2:12

Viene definito, per chi ha avuto fortuna di girarci, un circuito divertente, completo, con diversi punti tecnici combinando curve veloci e lente, numerosi saliscendi (dislivello massimo di 52 metri!). Semplicemente il “Tilkodromo” meglio riuscito, al pari con Istanbul, altra creatura dell’architetto Hermann Tilke. Il Motorland Aragon non è un circuito come gli altri, un faraonico progetto che in poco più di 12 mesi si è guadagnato il Motomondiale (sostituto del Balatonring, contratto di 5 anni come circuito di “riserva”) e la Superbike per le prossime tre stagioni, oltre ad aver già ospitato CEV, World Series by Renault e, nei vari impianti, anche gare di Kart e Offroad.

Niente male davvero il Motorland Aragon, situato a 5 kilometri da Alcaniz in piena Aragon con, nel raggio di 300 km, le principali metropoli iberiche (Barcellona, Valencia, Madrid..). Un progetto ambizioso di 114 milioni di euro per creare una vera “cittadella dei motori” (definita “La Ciudad del Motor”).

Attorno al circuito da 8 differenti configurazioni che può ospitare tutte le gare di moto con titolazione FIM ed i test della Formula 1 sono presenti tracciati di Kart, Offroad (adibiti per Supermotard, Motocross, Dirt-track, Autocross e Rallycross) ed un “Technology Park”.

L’obiettivo del Governo di Aragona è di realizzare un polo destinato al Motorsport, attivo tutto l’anno (il clima è sempre favorevole: siamo in pieno deserto…). Questo fine settimana si affronterà la prima sfida importante con il Motomondiale: grandi investimenti, 4000 persone al lavoro, cospicua campagna promozionale. Riusciranno in Aragona a centrare l’obiettivo?

I dati del Motorland Aragon

Omologazioni: per tutte le competizioni moto FIM, test F1

Progetto: disegno di Hermann Tilke, collaborazione di Pedro De La Rosa (pilota F1)

Superficie totale: 1.320.000 m2

Lunghezza: 5.078 metri

Larghezza: 15 metri rettilineo centrale, 12 metri nelle altre zone

Dislivello: 52 metri dal punto più alto verso il basso, 7,2 %

Numero di Box: 24 da 145 m2, 12 da 93 m2

Superficie paddock principale: più di 40.000 m2

Superficie paddock secondario: 8.500 m2

Asfalto utilizzato: 18.000 tonnellate

Superficie totale dell’impianto: 98.750 m2

Senso del tracciato: antiorario

Curve a sinistra: 9

Curve a destra: 8

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp misano

MotoGP verso Misano-2: tutti gli orari TV su Sky Sport, DAZN e TV8

motogp valentino rossi

MotoGP: folla e poster dedicato per salutare Valentino Rossi a Valencia

Andrea Iannone ex pilota MotoGP

MotoGP, Andrea Iannone su Rai1: “Sono un uomo che vive di sfide”