alex rins motogp

MotoGP, Alex Rins: “Il 4° posto a Brno uno sforzo non indifferente”

Alex Rins continua a lavorare sulla spalla malridotta: "Le condizioni migliorano, ma devo fare attenzione." Joan Mir per il riscatto: "Vogliamo un bel risultato."

13 agosto 2020 - 7:35

Il campionato 2020, più serrato che mai, fa tappa questo weekend ed il prossimo al Red Bull Ring. Alex Rins è reduce da un quarto posto mancato davvero di un niente con una spalla non a posto. Il GP di Joan Mir a Brno è invece finito anzitempo, trascinato a terra da Lecuona. Condizioni fisiche diverse per i due alfieri spagnoli del team Suzuki, ma con un unico obiettivo: essere protagonisti in gara.

Il team manager Davide Brivio sottolinea ancora una volta la situazione non ottimale di Alex Rins, ma anche le due gare che ha realizzato. “Alex ha disputato due GP impressionati nonostante il forte dolore” ha dichiarato. “Le sue condizioni però stanno migliorando costantemente e una volta di più darà il massimo.” Riguardo Joan Mir, “La caduta non è stata colpa sua ed è determinato a lasciarsela alle spalle.” “Sulla carta il circuito austriaco non è il più adatto alla nostra moto” ha continuato. “Lavoreremo però duramente da venerdì, per trovarci domenica nella mischia.”

“Tutto è andato bene a Brno” ha aggiunto Alex Rins. “La fiducia e la forza stanno migliorando giorno dopo giorno. Continuo sempre con le mie sessioni di fisioterapia, devo fare attenzione alle mie condizioni.” La spalla, che ha riportato varie lesioni nel Gran Premio d’Andalucía, richiede un lungo recupero, che Rins però sta facendo in gara. “Il quarto posto di domenica scorsa ha richiesto uno sforzo ed un’energia non indifferenti” ha sottolineato, prima di commentare il Red Bull Ring. “In passato abbiamo sofferto su questa pista, ma sono fiducioso: quest’anno le cose andranno meglio.”

Come detto, Joan Mir è finito KO in gara per colpa di una scivolata di Lecuona, che l’ha trascinato con sé. In seguito sono chiaramente arrivate le scuse, ma ormai il Gran Premio era concluso. Un fatto però che porta ancora maggior determinazione nel pilota maiorchino. “Sia il team che io abbiamo bisogno di un bel risultato, lo vogliamo a tutti i costi. Possiamo fare bene in Austria e, anche se questo non sembra il tracciato migliore per la nostra moto, questa ha dimostrato di essere veloce ovunque. Sono sicuro di poter puntare ad un buon risultato.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi GP Misano/2 2020

MotoGP, Valentino Rossi: la seconda pillola blu non fa effetto

nakagami motogp

MotoGP: Nakagami, 6° posto con ‘saluto’ per l’amico Tomizawa

MotoGP: Jack Miller KO per una visiera a strappo sulla presa d’aria!