MotoGP, Alex Rins

MotoGP, Alex Rins e l’elogio di Valentino Rossi

Alex Rins elogia Valentino Rossi e fissa gli obiettivi per la prossima stagione MotoGP: "Salire sul podio e vincere le gare".

29 marzo 2020 - 19:33

Alex Rins è una delle sorprese della stagione MotoGP 2019, uno dei piloti più attesi del 2020. Due vittorie in classe regina spettacolari. La prima ad Austin, contro Valentino Rossi, la seconda a Silverstone, contro Marc Marquez. Un buon primo traguardo per una Suzuki in netta crescita, che nei test invernali ha dimostrato di sapersi evolvere mantenendo i suoi punti di forza in percorrenza curva.

In questi giorni di quarantena Rins sta studiando le gare dell’anno scorso e le tecniche degli avversari. A cominciare da Valentino Rossi e Marc Marquez, le due leggende della MotoGP odierna. “Valentino frena molto tardi, ma non tanto quanto Marc, che, per me, è quello che frena più tardi“. Ma il campione di Tavullia resta un punto di riferimento imprescindibile. “È brutale, incredibile con l’età che ha. È in competizione con ragazzi che possono avere più riflessi e forma fisica. Non mi aspettavo che andasse nella squadra satellite. Pensavo che si ritirasse in una squadra ufficiale anche se la moto di Fabio, per esempio, è ufficiale, come si vedrà quest’anno“.

GLI OBIETTIVI STAGIONALI

Suzuki e yamaha hanno brillato nei test invernali e in Qatar avrebbero potuto puntare al podio senza sforzi. “Yamaha e Suzuki hanno fatto un passo avanti e sono quelle che hanno dominato di più“. In particolare la GSX-RR ha fatto “un passo avanti nel telaio e nel motore – ha spiegato a DAZN -. Nel test del Qatar non abbiamo testato nulla di nuovo, ma in Malesia hanno portato molte nuove parti. Abbiamo mantenuto il telaio, alcune componenti elettronici, un motore con un po’ più di potenza sul rettilineo. Anche grazie alle gomme. La carcassa è nuova e ci dà molta più aderenza“.

Guai però a mettere in secondo piano Honda e Marc Marquez. “Sebbene abbiano avuto un po’ di difficoltà, a ciò dobbiamo aggiungere il peso dell’infortunio alla spalla. Ma sarà uno dei candidati al titolo. L’ultimo giorno stava già guidando veloce“, ha ricordato Alex Rins. Poi c’è la Ducati: “Sta trovando il set-up. Petrucci aveva un buon ritmo in Qatar“. L’obiettivo dello spagnolo è identico all’anno scorso: “Salire sul podio e vincere delle gare. Se lo facciamo, possiamo lottare per il titolo. L’obiettivo è vincere le gare“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

fenati moto3

Moto3, Misano-2: Colpaccio Fenati, che ritorno alla vittoria! Vietti 2°

ferrari motoe

MotoE, Misano-2: Matteo Ferrari vince Gara 2 ed è leader, cade Aegerter

alex marquez motogp

MotoGP, Misano-2. Warm Up, Alex Márquez precede le Yamaha