MotoGP, Alex Rins

MotoGP, Alex Rins: “Che goduria battere Valentino e Márquez”

Alex Rins ripercorre le due vittorie di Austin e Silverstone nella stagione MotoGP 2019. "Battere Valentino Rossi e Marc Márquez è incredibile".

5 dicembre 2019 - 16:10

L’asso della Suzuki Alex Rins chiude la stagione MotoGP 2019 con un bilancio altamente positivo. Se l’obiettivo di inizio campionato era vincere almeno un GP, lo spagnolo ha bissato le intenzioni di Hamamatsu. E può vantare un’impresa finora riuscita a pochi piloti: battere Valentino Rossi e Marc Márquez. La prima è riuscita ad Austin, riuscendo a negare la vittoria al campione di Tavullia. La seconda a Silverstone, beffando il campione di Cervera di soli 13 millesimi al fotofinish.

Il primo lampo di genio al pilota catalano è arrivato lo scorso 14 aprile. Marc Márquez commette un errore mentre era in testa alla gara, tra Alex e il Dottore nasce una delle sfide più adrenaliche dell’anno. “È stato fantastico. Ricordo di aver superato Valentino a quattro giri dalla fine – ha riepilogato Alex Rins a Speedweek.com -. Ho spinto al limite, così da non dargli la possibilità di superarmi di nuovo. Nell’ultimo giro sono riuscito a rimanere concentrato. Ero un po’ nervoso e quando ho tagliato il traguardo e ho visto la mia squadra al pit wall è stato un’esplosione di emozioni. Un’esperienza unica e un momento indimenticabile. Era davvero come un sogno diventato realtà! Qualcosa che ho fissato come obiettivo quando ero un ragazzino. È stato davvero speciale e molto difficile da esprimere a parole“.

La stagione del pilota Suzuki ha subito una battuta d’arresto a ridosso della pausa estiva, con la doppia caduta di Assen e del Sachsenring. La squadra ha ben attutito il doppio colpo, poco dopo la seconda vittoria in MotoGP. “Combattere con Marc è sempre molto difficile. Ricordo molto bene questa gara; tutti i giri dietro di lui dove ho studiato i suoi punti di forza e di debolezza. Ho cercato di capire dove avevo le migliori possibilità di sorpassarlo. Alla fine, l’ho battuto nell’ultima curva, per pochi centimetri e millesimi di secondo! È difficile descrivere ciò che ho provato in quel momento. Era più che gioia, direi estasi“.

Buone le sensazioni dopo aver provato la GSX-RR 2020 nei test di Valencia e Jerez. Il nuovo motore ha fatto un deciso passo avanti, sia in termini di potenza che di erogazione. Nella prossima stagione Alex Rins vuole fare un ulteriore passo in avanti, ma senza prefissarsi il titolo mondiale. “Cercheremo sicuramente di vincere più gare e di salire sul podio il più spesso possibile. Quindi vedremo cosa succede“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Vinales: “Non mi preoccupano tanti GP di fila”

MotoGP, Jorge Lorenzo risponde a Pol Espargaro: “Avrei tante offerte per tornare”

MotoGP, Razlan Razali

MotoGP, Razali: “Nessuna trattativa con Valentino Rossi”