marquez motogp

MotoGP, Alex Márquez: “Marc mi ha svegliato col braccio rotto!”

Alex Márquez racconta il brusco risveglio da parte del fratello Marc, appena infortunatosi al braccio. Ma scherza: "Da casa mi darà qualche consiglio in più!"

6 agosto 2020 - 20:26

Il rientro di Marc Márquez si allontana dopo il nuovo intervento al braccio destro per un problema avvenuto in casa. Il primo ad accorgersi dell’incidente domestico ed a soccorrerlo è stato il fratello Alex. L’iridato Moto2 infatti è stato svegliato bruscamente al mattino proprio dal nuovo compagno di box, un risveglio non proprio dei migliori: Marc infatti gli si è presentato davanti col braccio rotto. Salta così il rientro previsto a Brno, ma il recupero per l’iridato MotoGP sarà ben più lungo e la lotta mondiale è compromessa.

Il fattaccio ha avuto luogo lunedì mattina, in casa dei due fratelli. Marc Márquez stava per uscire per portare a passeggio i due cani Stitch e Shira, ma qualcosa va storto. Lo capisce subito Alex, che se lo ritrova in camera, intento a svegliarlo. “Erano le sette e mezza del mattino” ha ricordato il campione Moto2 e Moto3 nel corso delle interviste del giovedì. “Aveva cercato di aprire una finestra che si affaccia sul giardino e sembra che così si sia rotta la placca. Il braccio si muoveva come non avrebbe dovuto.”

Viene subito svegliato anche Carlos García, il fisioterapista, che era rimasto a dormire dai Márquez. I due fratelli poi contattano anche il manager Emilio Alzamora ed il dottor Xavier Mir della Clinica Dexeus di Barcellona. Il seguito lo conosciamo: il campione MotoGP deve sottoporsi ad un nuovo intervento per sostituire la placca danneggiata. Una volta di più ci sarà solo un Márquez al via per il Repsol Honda Team, stavolta a Brno. Alex però cerca di sdrammatizzare: “Da casa potrà darmi qualche consiglio in più!”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez operato per la terza volta: intervento durato 8 ore

Carlos Checa

MotoGP, Carlos Checa: “In Ducati non c’era l’atmosfera migliore”

MotoGP, Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone: perchè la stangata è stata inevitabile