MotoGP, Alex Marquez e Johann Zarco

MotoGP, Alex Marquez: “Johann Zarco non è stato intelligente”

Alex Marquez ha qualcosa da rimproverare a Johann Zarco dopo l'ultimo round MotoGP a Teruel. Per il rookie della Honda il terzo podio è rinviato a Valencia.

26 ottobre 2020 - 10:43

Le speranze di una nuova grande prestazione sono svanite al 14° giro per Alex Marquez. La rincorsa al terzo podio in MotoGP è terminata quando l’anteriore della sua Honda RC213V ha perso aderenza in curva 2, dopo un sorpasso su Johann Zarco che gli era valso il quarto posto. La scelta della hard può aver influito sull’episodio sfortunato, ma fortunatamente non ha riportato conseguenze se non sul morale. “La caduta? Ho perso tempo con Zarco, ho potuto recuperare Mir e ho commesso l’errore di voler salire sul podio troppo velocemente quando mancavano molti giri“. Nessuna recriminazione sulla scelta della mescola anteriore. “La caduta non è stata per questo, perché il fianco destro e il centro hanno esattamente la stessa mescola (della media), la squadra si è congratulata con me per la decisione, mi hanno visto convinto e mi hanno sostenuto“.

Il rookie della Honda ha qualcosa da rimproverare al francese del team Avintia. “Zarco non è stato molto intelligente… Con Mir non ha “rimbalzato” e con me sì, ma a parte questo penso di essere riuscito a superarlo bene e fare il mio ritmo“. Ma l’errore servirà da lezione, tutto è ammesso nella sua prima stagione in MotoGP. “Devi essere paziente, mantenere la calma, qui ha funzionato tutto molto bene, ci siamo trovati bene, perché guidando è un circuito che mi piace molto. Torneremo a Valencia con aspettative realistiche, di essere tra i primi 10, e da lì vedremo. Ma teniamo sempre i piedi per terra e proviamo a lavorare come abbiamo fatto qui“.

Parole di incoraggiamento arrivano anche da suo fratello Marc Marquez, la cui ripresa si protrae oltre il previsto. “Peccato!! Così sono le gare e le fasi di apprendimento! Impari dagli errori, la cosa più importante è sporgere la testa dalle prime posizioni e divertirti in sella! Ottimo weekend Alex“.

2 commenti

Anonimus
16:17, 26 ottobre 2020

E da quando un pilota che viene sorpassato non dovrebbe lottare per riprendersi la posizione che ha perso?? Davvero patetico….

    federico.facchinetti.milan_9397625
    9:28, 27 ottobre 2020

    Semplice: dal famoso famigerato “biscottone”. Il fratellino ha imparato dal fratellone!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”

MotoGP, Luca Marini-Pecco Bagnaia-Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi e “new generation”: obiettivo Mondiale tricolore

binder espargaro ktm motogp

MotoGP, Mike Leitner (KTM): “I risultati del 2020 parlano da soli”