MotoGP Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò: “Rispetto Dovizioso, non sbaglia quasi mai”

Aleix Espargarò rincorre la sua prima vittoria in MotoGP con Aprilia. Uno dei veterani del paddock confessa la sua grande stima per Andrea Dovizioso.

18 dicembre 2021 - 15:20

Dopo una vacanza a Dubai e tanti giorni in moutain bike, Aleix Espargarò ritorna ad allenarsi in moto al Rocco’s Ranch. Nel 2022 lo aspetta una sfida MotoGP davvero intrigante: da un lato avrà a disposizione una Aprilia RS-GP che saprà regalare forti emozioni al vertice. Dall’altro avrà Maverick Vinales nell’angolo di box accanto, alla sua prima stagione piena con il marchio di Noale. Due sfide in una con l’obiettivo di raggiungere altri podi dopo quello di Silvertstone e magari la sua prima vittoria in classe regina. “Vincere un Gran Premio sarebbe ovviamente un sogno”.

Difficile pensare di poter diventare campione del mondo di MotoGP con una Aprilia che necessita ancora di più costanza. Ma una top-5 sarebbe un traguardo straordinario “con il livello di concorrenza che abbiamo ora – confessa a MCN Sport -. Sarebbe come essere un campione del mondo. Ma non è impossibile, siamo vicini. Mi serve un po’ più di potenza per poter rischiare qualcosa in meno“. Aleix Espargarò rinnoverà con la Casa di Noale per almeno un’altra stagione o due. Il progetto RS-GP inizia a farsi molto interessante, sarebbe un peccato lasciarlo proprio adesso.

Sarà la sua sesta annata MotoGP in Aprilia, più di ogni altro pilota ha contribuito all’evoluzione di questo prototipo. Al momento non riesce ad immaginarsi collaudatore: “Non è un brutto lavoro, ma è molto difficile. Collaboriamo con Matteo Baiocco, che ogni tanto mi racconta delle cose e quando le provo in pista miglioro sempre. Dico ‘come diavolo puoi vedere questo?’ Vedo altre classi o il campionato spagnolo e non vedo ciò che riesce a vedere lui. Sicuramente non è un lavoro facile“.

Buono il rapporto con i piloti italiani. Aleix ha già condiviso il box con Andrea Iannone, prima della squalifica di 4 anni per doping. Invece Andrea Dovizioso l’ha avuto solo come avversario. “Dovizioso è un pilota che ho sempre rispettato. So che non ha vinto tanto quanto Marc [Márquez] o Valentino [Rossi], ma raramente ha commesso errori. Averlo come compagno di squadra sarebbe stato fantastico“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

furusato moto3

Moto3: Taiyo Furusato, il passo verso “quelle gare viste solo in TV”

MotoGP Test Sepang 2022

MotoGP, Test Sepang 2022: cosa bolle in pentola e novità box-to-box

Aleix Espargaro e Maverick Vinales

MotoGP, Vinales ed Espargarò a Noale: briefing sull’Aprilia RS-GP22