MotoGP, Aleix Espargaro a Teruel

MotoGP, Aleix Espargarò: “Mi dispiace superare così Dovizioso”

Aleix Espargarò out a Teruel a tre giri dalla fine. Un'altra stagione MotoGP da archiviare per il pilota Aprilia: "Dobbiamo reagire e migliorare".

28 ottobre 2020 - 14:28

La gara di Teruel si è conclusa a tre giri dalla fine per Aleix Espargarò, che puntava a conquistare il suo miglior risultato in questa stagione MotoGP. Una sola top-10 dall’inizio del Mondiale, prestazioni sempre al di sotto delle aspettative invernali. A Noale non può esserci soddisfazione per quanto raccolto dalla nuova RS-GP 2020. E al momento di centrare un’altra top-10 ecco che il motore Aprilia ha detto basta. “I risultati non sono quelli che ci aspettavamo tutti, me compreso”.

Partito dalla 13esima piazza era risalito fino al 9° posto, anche grazie ai piloti scivolati. “Penso che il mio ritmo fosse più veloce di quello Zarco, che è arrivato quinto“. Ancora una volta Aleix Espargarò ha però dovuto fare i conti con la mancanza di top speed e accelerazione. “Come in passato, dobbiamo pretendere molto dal motore per stare a lungo in scia delle moto più veloci… Non posso fare niente“. Per scalare posizioni in gara i piloti Aprilia sono costretti a staccate al limite, a sorpassi pericolosi. “Odio i sorpassi come quelli su Dovizioso e Lecuona. Non ci siamo toccati, ma eravamo molto vicini, anche con Crutchlow“.

Nel primo round MotoGP ad Aragon il catalano non ha messo a segno quasi nessun sorpasso. “Mi dispiace per ‘Dovi’, so che è in lotta per il titolo. Ho cercato di essere pulito, ma la Ducati è troppo veloce da sorpassare per Aprilia e devo rischiare molto“. Un azzardo che non ha portato effetti positivi per la classifica MotoGP, dove gravita 18° con soli 27 punti. Aleix Espargarò cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno, in attesa di vedere se Lorenzo Savadori potrà rivelarsi una lieta sorpresa. “Ero a quattro decimi dalla pole“, ha concluso l’alfiere di Andorra. “E in gara ero a soli tre secondi dal quarto. L’Aprilia deve reagire e migliorare la moto. Lo sanno. Continuerò a lavorare e ad insistere“.

1 commento

albi88_8097770
9:55, 29 ottobre 2020

ma come state voi che criticate espargarò!! aprilia dovrebbe fare un monumento a questo ragazzo che ci mette l’anima per far funzionare questo cancello!! meriterebbe ben altra moto e chi dice che si sente la mancanza di iannone è vero ma solo nel conto dei danni perchè lo scorso anno è sempre stato dietro e lo sarebbe anche quest’anno

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Torino Suzuki MotoGP

MotoGP: la maglia celebrativa del Torino F.C. per il Mondiale Suzuki

MotoGP, Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso: la “gabbia” della MotoGP e la libertà del motocross

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”