MotoGP, Aleix Espargaro con l'Aprilia RS-GP

MotoGP, Aleix Espargarò: il punto debole dell’Aprilia RS-GP

Aleix Espargarò punta alla top-6 nella stagione MotoGP 2021. Obiettivo possibile se i tecnici Aprilia riusciranno a migliorare l'accelerazione della RS-GP.

11 gennaio 2021 - 13:31

Aleix Espargarò approfitta dell’ultima abbondante nevicata che ha ricoperto Andorra per allenarsi e divertirsi con la famiglia. Nella prossima stagione MotoGP sarà il secondo pilota più anziano (31 anni), dopo Valentino Rossi, sulla griglia di partenza. Ha un contratto biennale con Aprilia da rispettare prima di decidere il suo futuro. L’obiettivo sarà portare la RS-GP nella top-6 della classifica generale. Obiettivo ambizioso, visti i passi avanti compiuti dagli altri costruttori, specie dei diretti avversari KTM e Suzuki. Il prototipo di Noale ricomincia da un’ottima base, dopo il nuovo motore V4 inaugurato la scorsa stagione. Può inoltre contare sulle concessioni del regolamento per accelerare sull’evoluzione.

Sarà il terzo anno della gestione Massimo Rivola e dal punto di vista tecnico le idee sembrano abbastanza chiare. “Dove dobbiamo davvero migliorare è l’accelerazione – spiega Aleix Espargarò a Motorsport-Total.com -. I nostri concorrenti sono molto più forti di noi in questo senso. Penso che si tratti di un compromesso tra coppia motrice ai bassi regimi e grip. Penso anche che guadagnando un po’ più di carico aerodinamico si possa anche migliorare l’accelerazione. A volte possiamo vedere che non siamo in grado di utilizzare tutta la potenza che abbiamo a disposizione. Quando abbiamo più aderenza va meglio, ma poi manca la potenza. Quindi è una combinazione“.

Nei prossimi test MotoGP i tecnici Aprilia proseguiranno il lavoro sul motore. A differenza degli altri cinque costruttori potrà mettere le mani sul suo V4 per migliorare l’accelerazione, “soprattutto in prima e seconda marcia“. La RS-GP 2021 provata al termine della scorsa stagione, potrebbe essere un passo avanti in tal senso. C’è da archiviare anche una lunga attesa nei confronti di Andrea Iannone, con il Tas che si è espresso soltanto a novembre. “Con il caso Iannone e il passaggio da Bradley a Savadori a fine stagione, non è una situazione facile per Aprilia – ha aggiunto Aleix Espargarò -. Non è ancora chiaro chi prenderà il posto al mio fianco nella prossima stagione. Spero che facciano del loro meglio per risolvere, ma non è facile“.

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “C’è chi va in pensione e chi è troppo vecchio”

MotoGP, la storia: Jarama, sede del GP di Spagna e non solo

Tatsuki Suzuki Moto3

ESCLUSIVA Tatsuki Suzuki: “Superpole in Moto3? Solo se…” (Parte 1)