aleix espargaro motogp

MotoGP, Aleix Espargaró: “Il miglior momento della mia carriera”

Aleix Espargaró sempre più ottimista. Caccia ad una qualifica da prime due file, guardando a Morbidelli, Viñales e Quartararo come piloti da battere.

30 aprile 2021 - 20:52

Ormai quella che all’inizio sembra una novità sta diventando una costante conferma. Aleix Espargaró ha chiuso anche il venerdì a Jerez nelle zone alte della classifica MotoGP, precisamente in terza piazza. Un’ulteriore dimostrazione dei costanti passi avanti che sta compiendo Aprilia. Sembra che si stiano finalmente raccogliendo i primi frutti di anni di duro lavoro. Il pilota catalano ora si vede competitivo ovunque e guarda con fiducia anche ai prossimi due giorni sulla pista andalusa. Per le qualifiche in particolare spera di essere piuttosto avanti. “Sarebbe importante piazzarsi in prima o seconda fila.” 

“Sono contento di questa prima giornata, ma la cosa più importante è che sembra che l’Aprilia funzioni ovunque andiamo, non solo su una singola pista” ha sottolineato Aleix Espargaró. “È la prima volta che siamo così competitivi. Ci sono sempre tanti dubbi quando cambi circuito, invece anche oggi mi sono sentito molto bene fin dai primi giri. Soprattutto con gomme usate poi sembra che io sia in grado di mantenere un ritmo davvero competitivo.” Ricorda anche i test svolti a febbraio proprio a Jerez. Un punto di partenza, visto che da allora sono cambiate molte cose. “Non siamo partiti da quel set up” ha sottolineato infatti il #41.

“Quello è stato una sorta di shakedown della RS-GP21. Abbiamo lavorato molto sulla lunghezza, sulla geometria, sul forcellone: ora è un po’ più agile, e senza perdere la stabilità che era il nostro punto forte. Nei cambi di direzione soffriamo ancora un po’, ma nel complesso stiamo migliorando.” Nelle prime libere s’è visto anche un ottimo passo da parte sua. “Sono rimasto sorpreso, giravo costantemente in 1:37!” Ed è riuscito a limitare i problemi del secondo settore. “Qui c’è anche Matteo Baiocco e mi ha dato qualche ottimo consiglio.” Ma non gli è uscito un giro come avrebbe voluto una volta messa la soft. “Ho trovato traffico e ho commesso qualche errore. Ma se sabato riusciamo a mettere tutto assieme forse possiamo avvicinarci alla prima fila.”

Obiettivi? “Certo sarebbe bello dire che posso lottare per la vittoria” ha ammesso con un sorriso. “Ma non è così. Anche se è vero che ogni fine settimana siamo sempre più vicini al nostro obiettivo, ovvero lottare per podio e vittoria in un futuro molto vicino.” E riguardo i favoriti non ha dubbi. “Qui i tre ragazzi Yamaha, ovvero Morbidelli, Viñales e Quartararo, saranno gli uomini da battere.” In generale poi ammette che “È il miglior momento della mia carriera, ma anche della mia vita. Peccato essere arrivato a 31 anni prima di avere una moto competitiva… Ma lo è anche il team, che crede molto in me. Tutto il pacchetto è il migliore che mai. Credo di essere il miglior Aleix di sempre.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Aprilia Racing

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Marc Marquez troppo fiducioso”

tommaso marcon moto2

Moto2: Tommaso Marcon operato, arm pump risolto per il Mugello

MotoGP, Valentino Rossi GP Le Mans 2021

MotoGP, Valentino Rossi: addio o rinnovo? Summit estivo con Yamaha