MotoGP, Aleix Espargaro a Losail

MotoGP, Aleix Espargarò: “Ducati 20 km/h più veloci, non puoi fermarle”

Aleix Espargarò e Aprilia partiranno dall'8^ piazza nel primo round MotoGP 2021. Il gap di potenza fra Aprilia e Ducati sul rettilineo è di oltre 20 km/h.

28 marzo 2021 - 14:13

Aleix Espargaró sperava in una prima fila dopo le buone sensazioni del venerdì e dei test MotoGP. Ma nella Q2 ha dovuto fare i conti con la sfilza di Ducati e Yamaha che qui a Losail vanno davvero forte. Il catalano dell’Aprilia deve accontentarsi dell’ottava posizione in griglia, ma conferma comunque le buone impressioni della preseason. A penalizzare la RS-GP sarà il lungo rettilineo del tracciato qatariota, dove le Desmosedici possono vantare un gap di velocità pari a 20 km/h. “Mi sarei aspettato di essere almeno in quinta o sesta posizione. Se non sbaglio con solo due o tre decimi in meno sarei arrivato secondo, ma questo è il Qatar“.

Il gap Aprilia-Ducati

Nel sabato di MotoGP a Losail Aleix Espargarò ha lamentato mancanza di aderenza all’anteriore. “Per essere al livello di Ducati o Yamaha dovrei essere molto veloce nella prima metà di curva perché dopo mi manca il motore. Le alte temperature mi fanno perdere la parte anteriore“. Sarà una gara fortemente incerta, dove bisognerà fare i conti con le condizioni atmosferiche e, soprattutto, la gestione delle gomme. La soft al posteriore sembra la soluzione più adatta, ma nel finale potrebbe cedere. “Secondo me la Yamaha soffrirà nella prima parte di gara cercando di stare al passo con la Ducati“.

Spera in una gara di gruppo il maggiore dei fratelli Espargarò, le gomme costringeranno a preservarsi nei primi giri. Impossibile mantenere il ritmo di questi giorni per 22 tornate. “Se ci fosse una gara di gruppo, penso che proverei a risparmiare le gomme per cercare di essere competitivo negli ultimi giri. Proverò a farlo e poi incrocio le dita per la fine della gara“. Ma la vera bestia nera sarà il rettilineo di Losail. Qui le Ducati potranno dettare legge e vincere la sfida decisiva per aggiudicarsi la prima vittoria MotoGP 2021. “Non puoi fermare le Ducati, la potenza del motore è incredibile. A metà gara i primi piloti con problemi alle gomme rimarranno indietro, ma bisognerà aspettare e vedere. La Ducati riesce a superare i 360 km/h in rettilineo, non l’avevo mai visto prima. Purtroppo siamo quasi 20 km/h più lenti“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, circuito di Misano

MotoGP, meccanico espulso dal paddock: test PCR falsificato

daniel holgado moto3

Moto3: Daniel Holgado a Misano e Portimao al posto di Öncü

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: il commiato di mamma Stefania e papà Graziano