MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò: “Deluso per la scelta di Gresini”

Aprilia senza team satellite anche nel prossimo biennio MotoGP. Aleix Espargarò non nasconde la sua delusione: "Spero finiscano dietro di me".

17 giugno 2021 - 16:28

Il week-end di MotoGP al Sachsenring non si apre con una buona notizia per Aprilia. L’ufficialità della partnership tra Gresini Racing e Ducati costringe la Casa di Noale a proseguire l’avventura senza un team satellite. Aleix Espargarò non nasconde il suo dispiacere nel giovedì di conferenza stampa: “Gli auguro buona fortuna e che finiscano dietro di noi. L’ho detto tante volte che mi sarebbe piaciuto vedere in campo altre due Aprilia. Ora la decisione è appena stata presa. Ne sono deluso“.

Sarà una Ducati con otto moto in griglia, in attesa dell’ufficialità della collaborazione con il team Aramco VR46. Gresini si affiderà, invece, ad Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio. “Vorrei dimostrare in futuro che l’Aprilia è veloce. Forse la mia prestazione non è stata sufficiente per convincere la squadra. Ma continuerò a lavorare. Vorrei battere sei Ducati nel 2021 e poi otto nel 2022“.

Prospettive per il Sachsenring

In questo fine settimana di MotoGP Aleix Espargarò approda con la preoccupazione dell’avambraccio operato prima del Mugello. Dopo la gara del Montmelò si è gonfiato, sarà quindi una prova importante anche per la sua condizione fisica, oltre che per la RS-GP21. “Il muscolo è ancora duro e ho dovuto prendere anche degli antibiotici subito dopo la gara in Catalogna. I punti sono stati tirati e si sarebbe potuta facilmente sviluppare un’infezione, ma ora mi sento meglio rispetto al Mugello e a Barcellona“.

L’obiettivo stagionale resta la conquista di un podio, per Aprilia sarebbe una grande soddisfazione e una meritata ricompensa per il lavoro svolto dall’intero ambiente. “Voglio essere davanti in ogni sessione. Non mi piace il layout, ma spesso sono stato molto veloce“, ha concluso Aleix Espargarò. “Il motore non è così importante qui, come lo è in Australia. Sono curioso di sapere come andrà“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: una sola speranza per il ritorno

MotoGP, Zeelenberg-Razali-Stigefelt

MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli “rimandati” al II semestre

Superbike, Jonathan Rea ad Assen

Superbike, Jonathan Rea apre al sogno MotoGP: “Mai dire mai”