MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò: “Benvenuto Vinales, ma battermi non è facile”

Aleix Espargarò e Maverick Vinales formeranno la nuova coppia di attacco Aprilia. Primo test MotoGP a Misano per l'ex Yamaha, poi il debutto ad Aragon.

27 agosto 2021 - 8:49

Nel giovedì di conferenze stampa a Silverstone Maverick Vinales è stato al centro delle attenzioni nonostante l’assenza nel paddock MotoGP. Aleix Espargarò lo avrà presto al suo fianco, felice di poter avere un compagno di box all’altezza della situazione. Un collega con cui condividere dati, da cui apprendere qualche segreto per migliorare stile di guida in sella alla RS-GP, limare decimi preziosi su certi tracciati. Vinales può essere il tassello mancante alla casa di Noale che cerca l’ultimo grande step per puntare al podio.

Aprilia ha previsto due giorni di test per Maverick con l’obiettivo di studiare i primi dettagli di ergonomia. Poi ad Aragon sarà già della partita, tutto dovrà essere pronto per la prossima stagione MotoGP. “Dopo mesi di voci su chi sarebbe stato il mio compagno, sono felice che Aprilia abbia ingaggiato un top rider. Non so cosa sia successo tra lui e la Yamaha, ma ora può confrontare entrambe le moto e aiutarci. Non c’è dubbio che sarà veloce sin dall’inizio“. Ma il maggiore dei fratelli di Granollers avverte: “Non sarà così sarà facile battermi. Dovrà sudare molto per restare al mio livello!“.

Il debutto ad Aragon

Dal 1° settembre Aleix potrà consultare già i primi feedback del nuovo collega. Ad Aragon il battesimo di fuoco. “Quando corri, migliori davvero i tuoi tempi e capisci meglio la moto. Ma Vinales deve essere preparato per correre e vincere, ha tutto l’anno prossimo. Aspetteremo i test di Misano, ma di sicuro proverà a correre ad Aragon, questa è la mia opinione”. La breve parentesi di Andrea Dovizioso collaudatore Aprilia si conclude qui. Senza mai un concreto interesse di rimettersi in gioco con la RS-GP. “È un ragazzo che vuole correre al 100%… Ognuno tragga le sue conclusioni”.

Nei piani del costruttore veneto manca solo il nome di un nuovo tester per il 2022, una carica probabilmente indicata per Lorenzo Savadori. E un team satellite per il futuro prossimo. “Manca solo una squadra satellite con due giovani piloti – ha concluso Aleix Espargarò -. Ma passo dopo passo penso che il 2022 sarà una stagione promettente per Aprilia“.

Massaggio Capitale, relax a Roma

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

franco morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sfida superata in maniera decente”

aleix espargaro misano motogp

MotoGP: comanda Aleix Espargaró nel day-2, Bagnaia top dei Test Misano

alex rins motogp

MotoGP, Alex Rins: “Sylvain Guintoli? Non so davvero come faccia”