MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò: “Aprilia adesso lavora come un top team”

Aleix Espargarò soddisfatto della nuova Aprilia RS-GP 2020. Il pilota MotoGP ringrazia il aovoro svolto da Massimo Rivola negli ultimi 12 mesi.

16 febbraio 2020 - 7:32

Chi ben comincia è a metà dell’opera e Aprilia ha ben figurato nel primo test MotoGP 2020. La nuova RS-GP con motore V4 a 90° e tutta una serie di aggiornamenti in ogni area è un deciso step in avanti rispetto al passato. E’ frutto di un lungo lavoro intrapreso con l’arrivo di Massimo Rivola e di nuovi ingegneri nel team di Noale. Aleix Espargarò, solitamente mai parco di critiche nei confronti del ritardo tecnico nella stagione 2019, stavolta esalta la svolta. Si tratta di un punto di partenza, ma le basi adesso sembrano ben solide.

In questi giorni il rider Aprilia è impegnato con la sua seconda grande passione: la mountain bike. Partecipa alla Mediterranean Epic, quattro tappe in terra spagnola di non semplice esecuzione. A meno di una settimana dal prossimo impegno in Qatar per il secondo test IRTA preseason. In Malesia lo spagnolo ha chiuso al 10° posto nella combinata, con un gap di 345 millesimi da Fabio Quartararo. “Il tempo sul giro con una moto di soli tre giorni e la simulazione di gara in 12 giri dimostrano che la nostra competitività è stata elevata“.

APRILIA CON DNA DA F.1

Aleix riconosce che buona parte del merito deve attribuirsi al nuovo CEO di Aprilia. Suo il merito di aver introdotto anche una nuova metodologia di lavoro ereditata dalla F.1 all’interno della scuderia MotoGP. “Viene da un mondo completamente diverso, ma è davvero intelligente e quello che sta facendo è migliorare ogni area e farci lavorare come una grande squadra. Aprilia è sempre stata una grande marca, ma in passato lavoravamo un po’ come una piccola squadra. Questo è stato un errore“.

Da questa stagione MotoGP il team italiano conta su un maggior numero di ingegneri di spessore. La RS-GP 2020 è migliorata in termini di motore, telaio, aerodinamica ed elettronica. Su quest’ultimo punto ci sarà ancora molto da lavorare. Per vedere il vero potenziale dovremo forse attendere la seconda parte di campionato. Il prototipo è completamente nuovo, manca di affidabilità, ma il potenziale è ampio. “Sento che ora siamo una delle migliori fabbriche e non ho avuto questa sensazione negli ultimi due anni. Se vogliamo lottare per la vetta, questo è solo l’inizio perché abbiamo una lunga strada davanti a noi. Adesso – ha concluso Aleix Espargarò – tutto sembra migliore“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Cal Crutchlow

MotoGP, Crutchlow scopre le carte: “Con Honda è finita, Aprilia stimolante”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi e Yamaha Petronas: ipotesi contratto biennale

MotoGP, Cal Crutchlow

MotoGP: Il destino di Andrea Iannone, Cal Crutchlow e il potere degli sponsor