honda hrc motogp

MotoGP, Alberto Puig: “Normalità solo quando torneremo a vincere”

Magro bottino per Honda nel GP di Catalunya. Il commento di Alberto Puig: "Non cerchiamo scuse. C'è un problema e stiamo lavorando per risolverlo."

8 giugno 2021 - 22:02

Il GP di Catalunya si è chiuso con il duo LCR Honda in 11^ e 13^ posizione, doppia caduta invece per i piloti del team ufficiale. Un magro bottino per la casa dell’ala dorata, che continua la sua peggiore striscia negativa di risultati in MotoGP. Tante cose provate nei test di lunedì, tra le quali diversi profili aerodinamici con Marc Márquez. Il team manager Alberto Puig ammette chiaramente l’ennesimo risultato particolarmente negativo per la truppa Honda, oltre ai vari problemi da risolvere sulla RC213V.

“A livello di performance, non c’è nessun punto positivo. E non ci aspettavamo due piloti caduti.” Un commento amaro dopo un settimo evento stagionale ancora al di sotto dei risultati sperati. Se pensiamo che l’ultima vittoria Honda, con il suo pilota di punta, risale a Valencia 2019… Ma Puig sottolinea anche che “HRC e la squadra stanno dando il massimo per risolvere quello che non va. Per trovare così qualche soluzione per i nostri piloti. Non cerchiamo scuse: c’è un problema, dobbiamo risolverlo e ci stiamo lavorando.”

Prossima tappa al Sachsenring. Una pista in passato buona per Honda, ma anche questo è un anno particolare. “Al momento non abbiamo le condizioni migliori per fare un gran passo avanti tra una gara e l’altra” ha infatti rimarcato Alberto Puig. “Anche se certo ci proveremo.” Commenta anche il ritorno dei tifosi sugli spalti. “Abbiamo visto un po’ di pubblico per la prima volta nel 2021. Piano piano la situazione sta tornando alla normalità.” Anche se il pensiero rimane uno solo: “Per noi non sarà normale finché non torneremo a vincere.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

Foto: Honda Racing Corporation

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi e i ragazzi della VR46 Academy

Valentino Rossi semina in MotoGP: VR46 marchio indelebile

moto3 sachsenring

Moto3, al Sachsenring un solo successo italiano con Dalla Porta

motogp morbidelli

MotoGP, Morbidelli: “Vorrei la positività di Valentino Rossi nei momenti difficili”