MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, Alberto Puig: “I commenti di Michele Pirro sono inadeguati”

MotoGP ferma per l'emergenza Covid, ma fra Honda e Ducati volano parole grosse. Alberto Puig risponde a Michele Pirro sul tema wild card.

22 maggio 2020 - 10:56

La Commission GP ha recentemente cancellato la presenza di wild card per la stagione MotoGP 2020. Una decisione che penalizza il lavoro dei vari Michele Pirro, Jorge Lorenzo, Stefan Bradl e via discorrendo. I protocolli di sicurezza per contrastare il contagio Coronavirus nel paddock, redatti da Dorna, impongono un numero ristretto di personale per ogni team. Inoltre è una politica volta a ridurre i costi, nell’ottica della crisi economica che sta investendo il settore del motorsport alla pari di qualsiasi ramo del mercato.

Michele Pirro non ha reagito bene all’annullamento delle wild card per il prossimo campionato di MotoGP, insinuando lo zampino della Honda intenzionata a vendicarsi del passaggio di Lorenzo in Yamaha. Il pentacampione avrebbe dovuto esibirsi in pista in Catalunya, ma prima il rinvio del Mondiale poi la scelta di azzerare i jolly, hanno costretto ad accontentarsi di qualche test privato. Le accuse di Pirro sono arrivate all’orecchio di Alberto Puig, team manager HRC, noto per non avere peli sulla lingua. “Mi spiace per i commenti di Pirro – ha detto a Crash.net -, sono del tutto inadeguati, non capisco da dove arrivino. La Honda, come tutti i produttori che partecipano alla MotoGP ha lavorato duramente per settimane per comprendere la fattibilità di questa stagione“.

Nelle settimane scorse i sei costruttori della classe MotoGP hanno tenuto periodicamente delle video riunioni per accordarsi sulle modalità del ritorno in pista. “Noi, come Honda, abbiamo rinunciato a molte cose che volevamo fare in futuro in termini di evoluzione tecnica. E lo abbiamo fatto – ha aggiunto Puig – per il bene di questo sport, per mantenere l’uguaglianza tra tutti i produttori. Non è facile, ci stiamo tutti adattando, dall’organizzazione ai team, agli sponsor e ovviamente anche ai piloti. Per questo motivo ci fa male che qualcuno che appartiene a una squadra factory faccia questo tipo di commenti in una situazione così difficile e critica per tutti. Credo che Pirro dovrebbe saperlo, alla Honda abbiamo rispetto per Lorenzo. Abbiamo concluso l’anno scorso con lui in modo rispettoso e gli auguriamo il meglio per il suo futuro“.

1 commento

dinosaur_14861264
9:35, 23 maggio 2020

“alla Honda abbiamo rispetto per Lorenzo.” se e’ vero, fate male!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Gigi Dall'Igna

MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Siamo stati bene con Andrea Dovizioso”

binder motogp

MotoGP, Brad Binder: “Chiedo scusa al team per i tanti errori”

MotoGP, Joan Mir campione del mondo 2020

MotoGP, Joan Mir: “Suzuki deve migliorare due settori”