MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Ago-Jorge Lorenzo pace fatta: “Vorrei rivederlo in Ducati”

Giacomo Agostini tende la mano a Jorge Lorenzo e spera di rivederlo in MotoGP: "E' giovane, può cambiare idea e tornare in griglia".

17 giugno 2020 - 7:49

Giacomo Agostini, 78 anni compiuti ieri, tende una mano a Jorge Lorenzo nel giorno del suo compleanno. Dopo giorni di botta e riposta il 15 volte campione del mondo mette la parola fine ad una diatriba che ha infiammato il mondo della MotoGP durante il lockdown. Disastrosa o meno l’avventura del maiorchino in Ducati, Ago esprime il desiderio di rivederlo nuovamente in competizione. E magari proprio su quella Desmosedici GP da cui è sceso proprio quando aveva trovato il giusto feeling. “Sarebbe bello vederlo di nuovo con la Ducati, mi piacerebbe moltissimo. È un pilota fantastico, è demoralizzato dal suo brutto anno con la Honda, molto brutto. Ma comunque è giovane, può cambiare idea e tornare in griglia“.

Peccato che l’emergenza Covid-19 abbia costretto Dorna a cancellare le wild card per la stagione MotoGP 2020. Jorge Lorenzo potrà svolgere qualche test privato con Yamaha, ma non sarà il trampolino di lancio per rivederlo in sella a breve termine. Il collaudatore di Iwata aveva fatto trapelare un certo interesse per tornare alle gare. Sin dal suo addio annunciato a Valencia aveva lasciato aperta una porticina per il suo ritorno. A patto che sia Ducati o Yamaha a chiamarlo, una casa che possa metterlo in condizione di vincere il titolo mondiale. Il maiorchino non è certo il pilota da comparsa. Qualche giorno fa sul suo profilo social ha riportato la celebre frase tratta dal film ‘Scarface: “Per me due cose contano a questo mondo: le palle e la mia parola, e le ho sempre onorate tutte e due”.

In una chiacchierata con ‘Radio Marca’ Giacomo Agostini ha commentato il possibile arrivo di Pol Espargarò in HRC. Mossa che costringerebbe Alex Marquez a passare nel team satellite LCR Honda senza poter dimostrare tutto il suo valore. “Penso che sia impossibile per Alex battere Marc all’esordio. Ha bisogno di molta esperienza che non ha con la MotoGP. E miracoli non può farne… Non so come sia la situazione con Pol Espargaró ma non capisco perché bocciare Alex senza avergli fatto correre una gara“.

1 commento

dinosaur_14861264
9:09, 17 giugno 2020

Che ogni santo giorno si parli dell’ex campione senza valore, sta davvero annoiando! Ha annunciato il suo ritiro? Bene, dimentichiamolo: non se ne sente la mancanza.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP: Come raggiungere l’Europa? Piloti in viaggio con l’aiuto Dorna

Valentino Rossi al Ranch di Tavullia

Ranch di Tavullia: il tempio di Valentino Rossi in tre configurazioni

Espargaro KTM MotoGP

MotoGP, Honda annuncerà Pol Espargarò prima di Jerez