motogp losail

MotoGP 2021: da pole a vittoria, solo Lowes in Qatar. I precedenti

Nel doppio GP del Qatar 2021, solo Sam Lowes ha vinto partendo dalla pole. Non è il primo: i precedenti delle tre classi del Mondiale MotoGP a Losail.

10 aprile 2021 - 17:29

La pole position è sempre un gran risultato per un pilota, ma spesso non è sinonimo di vittoria. Ci concentriamo nello specifico sull’appuntamento del Mondiale MotoGP in Qatar appena concluso, quest’anno doppio. Delle tre categorie in azione, solo Sam Lowes in Moto2 è riuscito a vincere partendo dalla pole, questo per entrambe le gare disputate a Losail. In passato più volte il poleman ha trionfato sulla pista qatariota, con un nome che spicca su tutti: quello di Jorge Lorenzo. Rivediamo tutti i precedenti su questo tracciato.

2004

Una situazione di questo tipo ricorre in due categorie differenti nella prima stagione in cui si corre in Qatar. In 250cc il vincitore della corsa è Sebastian Porto, che sabato si era appunto assicurato la prima casella in griglia. Il caso più curioso però lo troviamo in 125cc: Jorge Lorenzo, autore della pole position, e Dovizioso arrivano ex aequo al traguardo dopo una splendida battaglia durata tutta la corsa. Sarà il giro veloce in gara a consegnare il successo al maiorchino, a referto così anche la prima tripletta pole-vittoria-giro veloce a Losail.

2006

Episodi del genere si verificano sempre nelle due classi minori anche due anni dopo. Ritroviamo il nome del poi campione Jorge Lorenzo, che brilla stavolta in 250cc con pole position e vittoria nel GP del Qatar. Arriva invece un’altra tripletta (o hat-trick che dir si voglia) in 125cc: la firma è di Alvaro Bautista, che conquista pole, successo e giro veloce in gara.

2007

Anche l’anno successivo la storia non cambia nella quarto di litro. Ancora una volta il protagonista è Jorge Lorenzo, autore della pole position il venerdì e vincitore in gara il sabato (contrariamente alle altre corse, a Losail non si correva di domenica) nell’allora 250cc. Ottimo inizio per quello che sarà il suo secondo iride in carriera.

2009

Andiamo avanti di due anni e troviamo un solo pilota in evidenza, con una tripletta. Stavolta siamo in MotoGP, il nome del protagonista è quello di Casey Stoner. Tra l’altro la gara (diventata domenicale) è stata rimandata a lunedì per un forte acquazzone abbattutosi sul circuito. Ma non è stato un problema per l’australiano (al primo iride proprio quell’anno): scattato dalla pole position, ha messo a referto anche il giro veloce, per poi aprire la stagione con una nettissima vittoria a Losail.

2011

In questa stagione invece questi fatti si ripetono in tutt’e tre le categorie, visto che i vincitori sono gli autori delle pole position. Partiamo dalla MotoGP: è ancora Casey Stoner, che ripete quanto fatto due anni prima assicurandosi l’hat-trick pole-vittoria-giro veloce. In Moto2 Stefan Bradl mette il suo sigillo in qualifica, seguito dalla vittoria. Nell’ultimo anno della 125cc invece è Nicolas Terol a piazzare la zampata: come Stoner in classe regina, anche per lui arrivano pole position, vittoria in gara ed annesso giro veloce. Curiosamente, il trio di campioni del mondo delle rispettive categorie.

2012

Nuovo anno, ed ecco che ritorna il già visto nome di Jorge Lorenzo. In MotoGP il pilota maiorchino inizia la stagione mettendo la sua firma su qualifiche e corsa a Losail, con pole e vittoria al primo GP dell’anno. È scattato così un altro anno glorioso per l’allora alfiere Yamaha, avviato verso il 4° titolo in carriera.

2013

Il nome di Jorge Lorenzo ritorna anche l’anno successivo, di nuovo protagonista a Losail e vittorioso con ampio margine, scattando dalla pole position. Hat-trick invece nella categoria Moto2: ci pensa Pol Espargaró, che si assicura la prima casella in griglia per poi trionfare, riuscendo ad avere ragione solo al traguardo del rivale Redding. Che inizio di stagione per il poi campione… In Moto3 invece è una lotta serrata a cinque: alla fine la spunta il poleman Luis Salom, che vince davanti a Viñales, Rins, Alex Márquez e Folger.

2014

Doppietta di protagonisti invece in questa stagione: curiosamente, in entrambi i casi si tratta di piloti poi campioni delle proprie categorie. Marc Márquez si assicura la pole position in MotoGP, poi trasformata in prima vittoria dell’anno. In Moto2 Tito Rabat fa esattamente lo stesso, ovvero prima casella in griglia e poi successo a Losail.

2015

La categoria protagonista in questa stagione invece è la Moto3. Il nome di riferimento è quello di Alexis Masbou, che in qualifica era riuscito a mettere a referto la sua prima pole position in carriera. Ne segue una gara molto combattuta, in cui il pilota francese riesce ad imporsi sul primo inseguitore per soli 27 millesimi. Si tratta della sua seconda vittoria in un GP, ma è anche l’ultima.

2016

Ritorna il nome di Jorge Lorenzo, protagonista in questo senso anche nella stagione che stiamo considerando. Il maiorchino si assicura la pole position in classe regina, per poi cogliere una nuova vittoria a Losail con oltre due secondi di margine sui primi inseguitori. In più, l’allora alfiere Yamaha fa suo anche il giro veloce in gara.

2017

Due i nomi invece che finiscono in questa lista l’anno successivo. In MotoGP ci pensa Maverick Viñales, autore della pole position e vincitore in gara per appena quattro decimi su Andrea Dovizioso. Andiamo poi in Moto2, con una bella soddisfazione per i nostri colori. Parliamo infatti di Franco Morbidelli, che inizia il suo anno di gloria con la prima casella in griglia poi trasformata in vittoria, oltre al giro veloce stampato nel corso della gara.

2021

Finiamo con la doppia edizione appena lasciata alle spalle. In MotoGP e Moto3 i protagonisti sono diversi, in Moto2 invece è uno solo. Sam Lowes infatti ha iniziato alla grande questa nuova stagione, assicurandosi pole position e vittorie in entrambe le corse disputate a Losail. Anzi, in occasione del GP di Doha ha messo a referto anche il giro veloce in gara.

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller a Le Mans

MotoGP, Jack Miller re della pioggia: “Non posso crederci, grazie Ducati”

marc marquez motogp

MotoGP, Marc Márquez: “La prima caduta capita, la seconda no”

MotoGP, Valentino Rossi a Le Mans

MotoGP, Valentino Rossi: “Al Mugello sarà finale Champions League”