pasini mugello moto2

Moto2/250cc: da Villa a Pasini, storia di successi italiani al Mugello

Sono tre i successi Moto2 italiani al Mugello. Ma anche in 250cc non sono mancate vittorie tricolori. Qualche nome? Villa, Biaggi, Rossi, Simoncelli, Pasini... Tutti i precedenti.

24 maggio 2021 - 17:11

Nei primi cinque GP stagionali la Moto2 è stata finora l’unica categoria a mettere a referto un successo con un pilota italiano. Ricordiamo, Fabio Di Giannantonio in trionfo a Jerez, nel quarto evento 2021. Ma ora arriva una tappa sempre molto sentita per i nostri portacolori, nonché un ritorno dopo la forzata cancellazione dell’anno scorso. Al Mugello certamente tutti vorranno brillare, con l’obiettivo di portare il tricolore in alto sulla pista toscana per la quarta volta nella storia di questa categoria. Rivediamo tutti i precedenti, anche quando l’attuale classe intermedia era ben diversa.

Italiani vincenti in Moto2

Il primo è stato Andrea Iannone, che proprio nell’anno di nascita della Moto2 (2010) ha fatto risuonare l’inno di Mameli in quel weekend di gara. Un doppio successo italiano, visto che guidava una Speed Up, ma citiamo anche Simone Corsi sul terzo gradino del podio. È sempre il pilota di Vasto ad imporsi anche due anni dopo, e per appena 90 millesimi sul poleman Pol Espargaró. Dobbiamo attendere qualche stagione in più per il terzo successo: ci pensa Mattia Pasini, che nel 2017 conquista la prima vittoria Moto2 ad otto anni di distanza dall’ultima (proprio il GP d’Italia, ma nel 2009 ed in 250cc). Di nuovo con distacchi decisamente ridotti, come si vede nella foto di copertina: Lüthi 2° a 52 millesimi, Alex Márquez 3° a 136 millesimi.

Ma anche prima, in 250cc… 

Certamente non sono mancati trionfi tricolori anche quando la categoria si chiamava 250cc. Già nell’infausta edizione del 1976, il primo evento mondiale al Mugello (allora GP delle Nazioni), trionfa un italiano: parliamo di Walter Villa su Harley-Davidson (reparto corse ex Aermacchi). Dobbiamo attendere un bel po’ per il secondo nome, soprattutto a causa dell’alternanza dei circuiti: un italiano torna al successo al Mugello infatti solo nel 1992. Si tratta di Luca Cadalora, che nell’anno del secondo iride di categoria (3° complessivo) mette a referto il 4° trionfo in 5 GP in una gara dominante per i nostri, come dimostra il podio completato da Loris Reggiani e da Max Biaggi.

Proprio quest’ultimo, in quell’occasione al primo podio mondiale, mette a referto una tripletta (per due volte con annesso hat-trick) tra il 1995 ed il 1997. In quest’ultimo anno è anche podio totalmente tricolore con Marcellino Lucchi e Capirossi. Nel ’98 c’è l’unica vittoria mondiale di Lucchi, poi il successo di Valentino Rossi. Nel 2002 è il turno di Marco Melandri, gli ultimi dell’ormai defunta quarto di litro saranno Marco Simoncelli (2008) e Mattia Pasini (2009), quest’ultimo seguito proprio dal #58, secondo al traguardo. Appunto l’ultimo successo prima di quello Moto2 citato in precedenza.

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

sasaki moto3

Moto3: Ayumu Sasaki ancora unfit, salta anche la tappa ad Assen

salac prustelgp moto3

Moto3: Filip Salac e PrüstelGP di nuovo insieme dal GP di Stiria

Moto3: Snipers Team, addio a Salac. Ad Assen arriva Alberto Surra