Marc Marquez

Marc Márquez: “Rivali o Lorenzo? Mi motiva solo il titolo”

Marc Márquez non cambia strategia nonostante i 37 punti di vantaggio. Il Mondiale non è finito e guai a perdere stimoli: "La vittoria per me è benzina".

20 giugno 2019 - 12:29

Marc Márquez arriverà ad Assen con 37 punti di vantaggio. Un gap che è sicuramente farina del suo sacco, in parte amplificato dall’episodio del Montmeló che ha messo fuori combattimento Andrea Dovizioso. Dopo sette gare il leader della MotoGP non vuole sentir parlare di campionato ormai deciso, perché il fattore imprevedibilità è una variabile impazzita che può comparire in ogni momento, fuori e dentro la pista.

Buone le sensazioni partorite dal test in Catalunya di lunedì scorso, Honda lavora sul futuro prossimo e sul 2020. Il binomio pilota-moto sembra inossidabile, resterà tale fino a quando HRC proseguirà costantemente con l’evoluzione della RC213V. Quindi attenzione massima sull’elettronica e l’aerodinamica per gestire al meglio tutta la potenza del nuovo motore. “Cercherò di gestire [il vantaggio, ndr] come ho sempre fatto, con la stessa intensità, non deve cambiare nulla. Siamo in uno sport che non dipende solo dal pilota, ci sono meccanici e fattori esterni, come i rivali“.

MARQUEZ, LORENZO E I RIVALI

Cinque titoli iridati in sei stagioni, il campione di Cervera è sempre più in sintonia con la moto, un pilota impossibile da battere. Il segreto non è solo un’equipe tecnica che lavora ai massimi livelli, ma anche un pilota che matura di anno in anno, “sia in pista che nella vita. Ogni anno impari qualcosa e l’esperienza ti migliora tecnicamente“. Manca forse un avversario in grado di fargli alzare l’asticella delle proprie prestazioni, oppure un compagno di scuderia capace di dargli ulteriori stimoli? “Deve esserci sempre un avversario che ti fa migliorare, qualcuno che ti dà la forza di alzarti e allenarti. Alla fine, la vittoria è benzina. Quando vinci, non ti dispiace allenarti e alzarti, perché vedi quella ricompensa… Quando ero più giovane – ha aggiunto Marc Márquez – ero incoraggiato ad avere un forte compagno di squadra, ma ora ciò che mi motiva è vincere il titolo. Non importa se devo farlo contro di lui o contro un’altra marca“.

1 commento

il migliore
19:07, 20 giugno 2019

STRAORDINARIO CAMPIONE!
UNICO ED IRRIPETIBILE

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco: “Ho firmato con Ducati per il 2020”

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Márquez: “Jorge Lorenzo non meritava di chiudere così”

brembo motogp 2019

Dalla MotoGP alla Superbike, titoli 2019 nel segno di Brembo