MotoGP, Marc Marquez

Marc Márquez: “A Sepang tutti veloci grazie all’asfalto”

Marc Márquez 9° al termine del secondo giorno di Test MotoGP a Sepang. Il campione Honda non in perfette condizioni per provare il telaio della RC213V 2020.

8 febbraio 2020 - 15:33

Marc Márquez fa un passo avanti nel secondo giorno di test MotoGP in Malesia, ma rimedia anche la prima caduta stagionale. Tanta paura nel box Repsol Honda, ma fortunatamente non ha riportato nessuna conseguenza. Il Cabroncito ha collezionato 47 giri, lavorato sul nuovo motore e ulteriori dettagli. Ancor prima dell’incidente ha trascorso 1 ora in Clinica Mobile per tenere monitorata la spalla destra operata poco più di due mesi fa. “Inizio a sentirmi meglio, ho cominciato la giornata con molta energia, ma poi ho dovuto rallentare. Sono caduto a bassa velocità, devo restare concentrato oltre il 100% con questa condizione fisica“.

In linea di massima il nuovo motore della RC213V non è molto differente rispetto all’anno scorso. “Potrebbe avere un po’ più di velocità massima e accelerazione – ha aggiunto Marc Márquez -. Ma al momento stiamo lavorando sull’ingresso curva, dove l’anno scorso abbiamo sofferto molto. Non ho potuto spingere e ci stiamo lavorando. Dico già che è abbastanza simile, ma passo dopo passo stiamo migliorando. In Malesia, l’aderenza dell’asfalto è molto buona, ed è per questo che tutti vanno così veloci, così si vedono bei tempi e domani sarà ancora più veloce. Sarà interessante vedere anche cosa succede nel test del Qatar“.

Il campione in carica della MotoGP ha posto particolare attenzione anche alla nuova gomma posteriore. Una novità non di poco conto, che costringe piloti e ingegneri ad apportare qualche modifica. “Il nuovo pneumatico Michelin modifica leggermente l’equilibrio della moto e modifica anche alcuni parametri dell’elettronica“. Per l’ultima giornata di test Marc Márquez punta ad aumentare ulteriormente il numero di giri. “Andiamo passo dopo passo. Il primo giorno l’obiettivo era fare 35 giri e l’abbiamo fatto. Il secondo giorno ne volevamo 45 e siamo arrivati a 47. Se mi sento bene, proverò a fare 50 o 55 giri domani. Cerco di stare meglio sulla moto passo dopo passo, ma non guido ancora bene, motivo per cui è difficile provare cose sul telaio“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

honda motogp 2020

MotoGP, la tecnica: un’occhiata alla Honda RC213V 2020

motogp

MotoGP, giornata di test prima del GP di Spagna. Gli orari del 15 luglio

MotoGP, Razlan Razali

Razali gioca con Valentino Rossi: “Domani l’annuncio che aspettavate”