Lorenzo vs Petrucci, scintille invernali in MotoGP

Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci non si sono mai risparmiati nel botta e risposta mediatico, Adesso il maiorchino risponde al manager Vergani...

8 gennaio 2019 - 16:07

Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci sono due piloti che quando si incontrano (e scontrano) accendono scintille. La stagione 2019 di MotoGP inizia già ad infiammarsi, con il pilota maiorchino che continua ad usare i social network per lanciare dardi infuocati a destra e a manca. Già in passato non sono mancate le diatribe tra i due alfieri, con il pilota umbro che in certe occasioni ha sfruttato la scia dello spagnolo ed è stato pubblicamente additato dall’avversario nonostante fossero colleghi di marca (vedi il GP del Sachsenring).

Le polemiche si sono susseguite a tappe fra Danilo e Jorge, vedi il mancato contatto nelle FP2 di Silverstone. E alla vigilia della nuova stagione MotoGP il focolaio bellico rischia di riesplodere. Stavolta l’innesco sono alcune dichiarazioni di Alberto Vergani, manager di ‘Petrux’, che giorni fa in un’intervista pubblicata da vari siti e ripresa da Corsedimoto ha dichiarato: “Danilo non ha ancora vinto un GP ma Jorge Lorenzo ha preso 25 milioni in due anni, la differenza fra i due piloti è questa. Un team che paga quella somma ha diritto di aspettarsi molti successi”. Su Twitter è arrivata la pronta risposta di Lorenzo: “Beh, in realtà ha ragione il suo manager, se ignoriamo i 5 titoli, le 68 vittorie e i 146 podi non ci sono differenze”.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

1 commento

higwr_622
10:01, 8 gennaio 2019

Beh Vergani ha fatto un’uscita infelice e non vedo cosa c’entri Petrucci in tutto questo…ah si a far leggere una notizia insignificanze…bravi ottimo scoop!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo: “Correre in Superbike? Non ci ho nemmeno pensato”

eric granado

MotoE, Valencia: Eric Granado ultimo poleman 2019, 2° Ferrari

Brad Binder Valencia

Moto2, Valencia: Prove 2, Brad Binder da record