Valentino Rossi

Livio Suppo: “L’effetto Valentino Rossi ha scatenato i facinorosi in MotoGP”

Livio Suppo ritorna sui fatti di Sepang 2015 tra Valentino Rossi e Marc Marquez. E accusa: "Ha portato i teppisti nella MotoGP".

22 maggio 2020 - 15:42

Valentino Rossi proverà a sfruttare tutta la sua esperienza per dare l’assalto al decimo mondiale. In una stagione MotoGP ridotta a 10-12 gare, il 41enne di Tavullia proverà a dire la sua, del resto non ha nessuna intenzione di deporre l’ascia di guerra. Non ha perso tempo a rimettersi in pista dopo la Fase-1 dell’emergenza Coronavirus. Nel primo giorno utile della seconda fase ha riaperto le porte del suo Ranch, in compagnia di Luca Marini e Franco Morbidelli, gli unici dell’Academy a risiedere nelle Marche. Si è allenato in motocross su piste private all’interno della sua regione, ha atteso il momento propizio per varcare i confini romagnoli e tornare in pista a Misano.

Ha le idee chiare il Dottore, anche se probabilmente non potrà attendere i primi GP per dare una risposta definitiva a Petronas. Una cosa è certa: non ha nessuna intenzione di disputare una stagione MotoGP in passerella, giusto per dare l’addio ai suoi fan in tutto il mondo. Ammesso che il prossimo anno la carovana del paddock possa girare tranquillamente fuori dal Vecchio Continente. Valentino Rossi sarà in pista con l’intento di inseguire quel sogno mancato nel 2015. Del resto chissà quante volte ci avrà pensato e ci ripenserà dopo le dimissioni. La partenza dall’ultima fila a Valencia, dopo l’episodio di Sepang, lo ha condannato a cedere il titolo al compagno di squadra Jorge Lorenzo.

SUPPO RICORDA IL GP SEPANG 2015

Da allora il rapporto con Marc Marquez, fino a quel momento amichevole, è naufragato in una rivalità indelebile. Livio Suppo, ex team principal HRC, riapre una parentesi sull’accaduto. “La gara è stata davvero emozionante perché la battaglia tra Marquez e Valentino è stata molto intensa, ma si è conclusa troppo rapidamente. La prima impressione quando abbiamo visto il contatto è che Valentino lo stava cercando – ha detto a ‘BT Sports’ -. Guarda Marc e allunga la linea fino a lasciarlo senza spazio. Ma quello che è successo, è successo“. Da allora sembrano cambiato un po’ anche gli animi dei fan della MotoGP. “Storicamente, i fan di un pilota hanno rispettato gli altri perché erano tutti visti come eroi. Rossi è un grande eroe, ma ha portato nel nostro sport un tipo di violenti che seguono le moto per lui e le capiscono solo con lui in pista“.

Livio Suppo ricorda anche la reazione sproporzionata di alcuni amici di Valentino Rossi a Sepang. “C’era molta confusione, perché alcuni amici di Valentino sono diventati molto aggressivi con Marc, entrarono nel nostro box gridando e incolpandolo per quello che era successo. Poi siamo dovuti andare in Race Direction ed è stata la prima volta che Marc e Vale si sono visti dopo quello che è successo. Un weekend davvero indimenticabile. È facile dimenticare che Marquez aveva solo 22 anni quando tutti si sono rivoltati contro di lui“.

8 commenti

chris101ar_14588642
17:52, 23 maggio 2020

A prescindere dal 2015 è ovvio che se hai molti tifosi purtroppo prendi dentro anche le capre ma una cosa mi sento di dire … Vale é leggenda e i suoi sorpassi li studieranno anche a scuola. Marquez sarà anche fortissimo ma…. non mi viene in mente altro.

dinosaur_14861264
9:29, 23 maggio 2020

“ha portato nel nostro sport un tipo di violenti che seguono le moto per lui e le capiscono solo con lui in pista“.” E, oggi, sembra che solo loro scivano questi post!

mauro.morettin_14851906
7:13, 23 maggio 2020

Tirare fuori la telemetria. Così la finiamo una volta per tutte con le interpretazioni personali

ziomunc_14867112
22:38, 22 maggio 2020

Complimenti sig Suppo…. Sono queste affermazioni che rendono facinoroso chi non lo è mai stato.
Nessuno nega che MM sia il miglior pilota ma, sicuramente ha dimostrato di essere il peggior sportivo del 2015. Peggio di lui solo Lorenzo con il suo pollice verso….
Distinti saluti da chi non guarda più le gare con la passione di in tempo, ma con la speranza di veder battuto MM nel peggiore dei modi, sempre senza augurare il male a nessuno

More_Pills
20:05, 22 maggio 2020

“Valentino ha cercato il contatto”..chissà che gara ha visto Suppo e gli antirossisti.
Ancora si torna a parlare del 2015 e ancora c’è gente che vede ciò che vuole.
Suppo e Agostini hanno una cosa in comune: le c*****e che dicono.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller

MotoGP, Jack Miller: 2020 tra chili di troppo e mancanza di aderenza

MotoGP, Danilo Petrucci

Danilo Petrucci vola in Sardegna: sarà al Rally Sandalion

MotoGP, Alex Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Non mi aspettavo il podio da mio fratello”