MotoGP, Maverick Vinales GP Misano 2020

LIVE MotoGP Misano: Morbidelli trionfa, Pecco 2°, Rossi 4°

Il Gran Premio di Misano in diretta live con analisi e commenti. Prima fila tutta Yamaha, 4° Valentino Rossi, Ducati tenta un difficile assalto al podio.

13 settembre 2020 - 14:33

Prima vittoria in classe MotoGP per Franco Morbidelli che, dopo il podio di Brno, entra nell’olimpo dei vincitori. Sul podio Pecco Bagnaia autore di una scalata da incorniciare. Terzo Joan Mir che nell’ultimo giro supera prima Rins e poi Valentino Rossi, negandogli la gioia del podio di casa. 6° Vinales davanti a Dovizioso, Nakagami, Miller e Pol Espargarò.

-2 giri: Penultimo giro e Vale deve stringere i denti per restare sul podio…

-3 giri: Rossi, Rins e Mir si avvicinano a Pecco… Dovizioso resta 8° in una gara quasi anonima e senza emozioni.

-4 giri: Cade Tito Rabat. Morbidelli sembra avviarsi verso la vittoria: al momento ha 3″ di vntaggio su Bagnaia. La sfida è per il terzo posto tra Valentino e Rins.

-5 giri: Rossi difende la terza posizione, ma la gomma non reggerà fino alla bandiera a scacchi. 5° Mir davanti  Vinales, Miller, Dovizioso, Nakagami, Oliveira.

-6 giri: Rins si porta all’attacco di Rossi che soffre all’anteriore.

-7 giri: Bagnaia supera Rossi e proverà a rincorrere Morbidelli da qui al traguardo.

-8 giri: Rins si mette negli scarichi di Valentino Rossi, ma è Pecco a rimettersi terzo. Quartararo rientrato in pista cade nella ghiaia…

-9 giri: Rientra ai box Fabio Quartararo che era ormai troppo lontano dal gruppo. Dovizioso nuovo leader del Mondiale MotoGP.

-10 giri: Maio Meregalli, team manager Yamaha: “La media non l’abbiamo mai provata al posteriore, è un rischio che abbiamo messo sulla griglia. Nelle libere non aveva dato buone sensazioni, ma la hard non sta pagando vista la prestazione di Rossi“.

-11 giri: Morbidelli è a circa 2″ da Rossi che adesso rischia la seconda posizione che sta preservando da inizio gara.

-12 giri: Super prestazione di Pecco Bagnaia che adesso mette nel mirino anche Rins per la zona podio.

-13 giri: Morbidelli martella con la hard all’anteriore e il gap da Valentino sale a 1,2″.

-14 giri: Rins supera Miller, l’australiano superato anche da Pecco.

-15 giri: Morbidelli prova a staccare il maestro Valentino e guadagna un vantaggio di 8 decimi.

-17 giri: I primi dieci sono Morbidelli, Rossi, Miller, Rins, Bagnaia, Mir, Vinales, Dovizioso, Zarco, Nakagami

-18 giri: Bagnaia supera Mir e poi Vinales e passa in quinta posizione. Quasi quattro decimi di gap tra Morbidelli e Rossi.

-19 giri: Giro veloce per Bagnaia! Rins svernicia Vinales è passa 4°.

-20 giri: Cade Quartararo che perde molti secondi prima di rientrare in pista. Un gran colpo per il Mondiale che al momento proietta Dovizioso in testa.

-21 giri: 7° Pecco Bagnaia, 8° Andrea Dovizioso

-23 giri: La prima Honda è quella di Nakagami all’11° posto. Ricordiamo che Cal Crutchlow è assente. Invariata la classifica di gara.

-24 giri: Cade Bradley Smith. Rossi prova a trovare un varco per superare Morbidelli ma non ci riesce. Sfida Vinales-Quartararo per il 4° posto. 14° Danilo Petrucci

-26 giri: La top-10: Morbidelli, Rossi, Miller, Vinales, Quartararo, Rins, Mir, Bagnaia, Dovizioso, Zarco.

-27 giri: Partono bene le Yamaha di Morbidelli e Rossi che si portano al comando, seguiti da Miller, Vinales e Quartararo. 7° Pecco Bagnaia, 9° Andrea Dovizioso.

Il pre-gara di Misano

13:59 – Inizia il giro di ricognizione, tutto pronto per una delle gare che si preannuncia tra le più entusiasmanti della stagione MotoGP 2020.

13:55 – Sesta piazza per Pecco Bagnaia che ritorna in griglia dopo 5 settimane: “Il ritorno in pista è stato positivo, abbiamo fatto un bel lavoro durante il week-end. Adesso la gara sarà lunga, penso che non avrò problemi con la gamba, lo scoprirò solo dopo“. Valentino Rossi sceglie media all’anteriore e al posteriore. Il poleman Maverick Vinales opta per la mescola hard.

13:50 – Herve Poncharal, boss Tech3: “Dopo la prima vittoria in MotoGP ci si sente più forti. Siamo arrivati qui con un ottimo atteggiamento, qui è un circuito diverso, non sarà facile, ma c’è aria positiva“. Johann Zarco partirà dalla decima posizione e si attende una gara in scalata: “Le quattro Yamaha sono qui in vantaggio di due o tre decimi – spiega Ruben Xaus a Sky Sport MotoGP -. Una posizione tra 5° e 8° sarebbe un ottavo risultato“.

Scelta della soft al posteriore per Andrea Dovizioso: “Nel warm-up abbiamo fatto un passo avanti, ma servono conferme – dichiara Davide Tardozzi –. Yamaha sono più veloci, la scelta della soft potrebbe però offrire qualcosa“.

13:45 – Incognita gomme posteriori per i piloti impegnati qui a Misano. La soft sembra reggere alla distanza di gara, ma potrebbe essere un azzardo per gli ultimi giri (27 in totale). La hard, invece, richiede almeno tre o quattro giri prima di acquisire la temperatura ideale. La colonnina di mercurio al MWC segna in questo momento 31°C.

13:40 – Tito Rabat partirà dalla 17esima posizione. In un’intervista a ‘Marca’ ha ribadito di voler essere in griglia nella prossima stagione MotoGP e di esigere il rispetto del contratto. Voci del paddock spingono per una sostituzione “anticipata” con Luca Marini.

Il riassunto del week-end

Il GP di Misano 2020 è un’occasione unica per Yamaha e i suoi obiettivi di titolo MotoGP. Quattro piloti nelle prime quattro posizioni, con Fabio Quartararo e Maverick Vinales che, secondo le quote dei bookmakers, sono i favoriti per la vittoria. Valentino Rossi apre la seconda fila e conta sulla sua immensa esperienza del layout sanmarinese per provare a puntare ad una vittoria che manca dal 2017. Occhi puntati anche su Franco Morbidelli che, dopo il podio di Brno, adesso mira alla sua prima vittoria in MotoGP.

A ridosso delle quattro Yamaha YZR-M1 partiranno le Ducati Pramac di Jack Miller e Pecco Bagnaia. Il pilota piemontese ritorna in gara dopo oltre un mese di stop per la frattura alla tibia rimediata in Repubblica Ceca. Appuntamento importante per Pecco che sembra il favorito ad occupare l’angolo di box che lascerà libero Andrea Dovizioso nella prossima stagione MotoGP. Occhi puntati anche alle Suzuki che, sebbene un passo più distanti dalle posizioni di vertice, hanno mostrato di poter ambire al podio su ogni circuito.

Per trovare le KTM in griglia di partenza bisogna scivolare fino alla quarta fila, dove ci sono Pol Espargarò e Miguel Oliveira. La casa austriaca avrà vita difficile qui a Misano, che rappresenta comunque un banco di prova per misurare il ‘peso’ competitivo della RC16. Si prospetta una domenica in salita anche per Aprilia, nonostante la buona mole di dati raccolti nei test privati. 13esima e 20esima piazza per Aleix Espargarò e Bradley Smith. Le ambizioni del pilota catalano sembrano già rinviate al 2021. “Quest’anno abbiamo la migliore moto che Aprilia abbia mai avuto in MotoGP. Dobbiamo continuare a crescere il prossimo anno. Questo è possibile solo con un pilota veloce al mio fianco con cui posso scambiare dati“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi GP Misano/2 2020

MotoGP, Valentino Rossi: la seconda pillola blu non fa effetto

nakagami motogp

MotoGP: Nakagami, 6° posto con ‘saluto’ per l’amico Tomizawa

MotoGP: Jack Miller KO per una visiera a strappo sulla presa d’aria!