MotoGP Jerez 2021

LIVE MotoGP Jerez: trionfo Ducati, Morbidelli 3°, Rossi senza punti

LIVE del Gran Premio di Jerez 2021. Segui in diretta la gara MotoGP con aggiornamenti in tempo reale, classifica, tempi e commenti dal circuito 'Angel Nieto'.

2 maggio 2021 - 14:33

Jack Miller conquista la prima vittoria con il team Ducati factory, seguito dal compagno di box Pecco Bagnaia e dal connazionale Franco Morbidelli. Il vicecampione si conferma miglior pilota Yamaha con una M1 2019. Buon 4° posto per Taka Nakagami, davanti a Joan Mir e Aleix Espargarò. 7° Maverick Vinales che ha portato avanti una gara di gestione, alle sue spalle Johann Zarco e le Honda di Marc Marquez e Pol Espargarò.

Entusiasmo per Gigi Dall’Igna che si gode questo week-end perfetto: “Siamo veramente contenti per tutti i ragazzi, per tutti e due i piloti. Hanno fatto un grandissimo lavoro, sono rimasti concentrati, fare 1° e 2°  su questa pista è importante. Abbiamo sempre avuto su Jack… Pecco è stato fantastico“. Bello l’abbraccio tra Pecco e Jack. Fabio Quartararo ha forse registrato un problema al braccio destro.

-1 giro: Miller si avvia verso la vittoria, due piloti italiani sul podio.

-3 giri: Bagnaia nel finale proverà a dare l’assalto al compagno di squadra Miller. 17° Valentino Rossi…

-5 giri: Quartararo fuori dalla top-10, resta da capire quale problema ha riscontrato il francese che sembra involarsi verso la vittoria. Miller, Bagnaia, Morbidelli in zona podio.

-7 giri: Nakagami 4° che supera Quartararo e Aleix Espargarò in un sol boccone. 5° Joan Mir.

-8 giri: Bagnaia sorpassa Quartararo in evidente difficoltà. 2″ di distacco tra le due Ducati al comando. Anche Morbidelli supera Quartararo che ora finisce nell’obiettivo di Aleix Espargarò.

-9 giri: La top-10: Miller, Quartararo, Bagnaia, Morbidelli, A. Espargarò, Nakagami, Mir, Vinales, Zarco, Marquez.

-10 giri: Miller passa al comando!

-11 giri: Bagnaia si mette davanti a Morbidelli, piccolo errore di Quartararo che riduce il gap a mezzo secondo. Si prevede un finale scintillante!! Valentino Rossi 16°.

-13 giri: Seconda caduta per Brad Binder. Quartararo guadagna un paio di decimi a giro… 10° Marc Marquez che ha superato il compagno di box Pol Espargarò e Stefan Bradl.

-14 giri: Lungo di Valentino che perde posizioni. Quartararo scava un gap di 1,3″ su Miller, 3° Morbidelli che viene tallonato da Pecco Bagnaia.

-16 giri: Cade Enea Bastianini alla curva 2.

-17 giri: Bagnaia supera l’Aprilia di Aleix e si piazza 4°. Davide Tardozzi, team manager Ducati: “Pecco è molto intelligente e sa gestire, per noi potrebbe essere un problema la trazione nel massimo angolo di piega a fine gara. Forse sta risparmiando. Jack sta facendo un’ottima gara, ma è ancora lunga…“.

-18 giri: Fabio Quartararo sembra voler prendere il largo con un gap di sette decimi sul diretto inseguitore. 8° Maverick Vinales, Valentino Rossi ancorato alla 17esima posizione.

-20 giri: Quartararo balza davanti a Miller, 3° Morbidelli seguito da A. Espargarò e Pecco Bagnaia.

-22 giri: Aleix Espargarò sorpassa la Ducati di Bagnaia. Miller resta al comando davanti a Quartararo e Morbidelli. 6° Mir davanti a Nakagami, Vinales, Zarco e Pol Espargarò. 12° Marc Marquez, 17° il Dottore.

-23 giri: Cadono anche Brad Binder e Alex Rins. Zarco è partito male e ora è in decima piazza. Bene l’Aprilia che resta incollata a Pecco.

-25 giri: Jack Miller sfrutta i cavalli della GP21 e va a piazzarsi davanti a Morbidelli, Bagnaia, Quartararo, A. Espargarò. Buona la partenza di Joan Mir 6°. Valentino Rossi 19°. Cade Alex Marquez.

Il pre-gara di Jerez

13:59 – Inizia il giro di ricognizione prima dei 25 giri del GP di Jerez. 43°C la temperatura dell’asfalto, 24°C quella dell’aria.

13:56 – Bagnaia, Zarco, Miller: tre Ducati nelle prime due file in griglia di partenza. L’obiettivo è impedire a Fabio Quartararo di prendere il largo, specialmente nella seconda parte di gara, quando le gomme accuseranno un drop.

13:53 – La strategia gomme oscilla fra la media e la hard al posteriore. L’asfalto fortemente abrasivo non consente di optare per la morbida.

13:48 – Prova del nove anche per Marc Marquez, protagonista di due incidenti fra sabato e domenica. Il Cabroncito proverà la rimonta o si accontenterà di gestire, in attesa che le condizioni del braccio siano migliori?

13:43 – Nel box Honda ancora assente il team manager Alberto Puig, di recente operato alla gamba sinistra infortunata in gioventù. La speranza è di rivederlo nel prossimo GP di Le Mans.

13:40 – Sarà un week-end quasi decisivo per Valentino Rossi. Nelle prime tre gare ha raccolto solo 4 punti, qui bisogna quantomeno avvicinarsi alla top-10. Un’ulteriore prestazione nelle retrovie potrebbe indirizzare il suo destino da pilota…

13:37 – Lunedì la classe MotoGP ritornerà in pista a Jerez per una giornata di test ufficiali. In casa Honda si lavora su un nuovo telaio per la RCV.

13:35 – Danilo Petrucci partirà dalla 19esima piazza. Jerez è stato un week-end di modifiche per il pilota ternano, che prova nuove soluzioni sulla sua KTM. “Non otteniamo alcun vantaggio in termini di tempo sul giro con gomme nuove. In realtà sta andando bene con le gomme usurate, siamo tra i primi 10. Dobbiamo lavorare, devo continuare a capire meglio la moto. Ho visto che continuo a perdere tempo in accelerazione“.

13:30 – Nel paddock di Jerez KTM e Tech3 hanno rinnovato la partnership fino al 2026. L’accordo era nell’aria ormai da tempo. Adesso c’è curiosità per conoscere il destino di Gresini, VR46 e Petronas SRT.

Il riepilogo del week-end di Jerez

Quarto appuntamento stagionale per la classe MotoGP che a Jerez arriva ad uno snodo già fondamentale. Il layout tecnico del circuito intitolato ad Angel Nieto può rendere le idee più chiare su chi potrà ambire al titolo 2021, con l’ennesima sfida tra Yamaha e Ducati. In attesa che possano inserirsi anche le due Suzuki, ancora in difficoltà nelle qualifiche. Sarà un campionato ancora lungo, ma un’eventuale terza vittoria di Fabio Quartararo potrebbe dirla lunga sul grande favorito.

Prima fila in griglia di partenza formata dal francese del team factory, dal vicecampione Franco Morbidelli e dalla Ducati di Jack Miller. Alle loro spalle Pecco Bagnaia, Taka Nakagami e Johann Zarco. Le Desmosedici GP21 possono contare su un sistema holeshot di ultimissima generazione che potrebbe consentire di arrivare in testa dopo la prima curva, ma le Yamaha M1 sembrano imprendibili sulla percorrenza curva. La strategia Ducati sarà quella di evitare che Quartararo e Morbidelli possano prendere il largo nella prima parte di gara. Ma nei giri finali ci sarà da fare i conti anche con il sensibile calo delle gomme.

Occhi puntati anche sull’Aprilia di Aleix Espargarò che scatterà dall’ottava finestra. La RS-GP21 non sembra ancora pronta per ambire al podio, ma si va alla ricerca di ulteriori conferme. In nona e decima piazza le Suzuki di Rins e Mir chiamate ancora una volta ad una lunga rimonta per insidiare il podio. Gara tutta in salita per Valentino Rossi, 17esimo, che proverà a centrare una non facile top-10. La gara di MotoGP prenderà il via alle 14:00.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha

kelso ortola ogden whatley moto3

Moto3: Kelso, Ortolá, Ogden e Whatley, ecco i primi rookie ufficiali