MotoGP, Jack Miller a Losail

LIVE MotoGP GP Qatar: tempi e classifica finale. Vinales vince, Bagnaia sul podio

La diretta del Gran Premio di Losail 2021. Aggiornamenti in tempo reale, analisi, classifica e commenti.

28 marzo 2021 - 19:30

Maverick Vinales conquista la prima vittoria del 2021 al termine di una gara impeccabile. Sul podio Johann Zarco e Pecco Bagnaia che fulminano Joan Mir sul rettilineo finale, complice un errore all’ultima curva del campione del mondo.  5° Fabio Quartararo davanti ad Alex Rins. 7^ piazza per l’Aprilia di Aleix Espargarò che precede suo fratello Pol. Chiudono la top-10 Miller e Bastianini.

Grande gioia per Maverick Vinales che da quest’anno può contare anche su Silvano Galbusera nel box che gli trasmette i dati del test team. “La partenza non è andata bene, poi ho sentito tutto il potenziale, sono riuscito a spingere nel momento giusto dopo aver risparmiato le gomme. E’ stato un week-end incredibile, garzie a mia moglie. Aspettiamo un bimbo e siamo felicissimi“.

Il GP di Losail giro su giro

-3 giri: Vinales guadagna 1,6″ su Zarco. Miller intanto scivola in nona posizione a causa del degrado delle gomme. Mir supera Bagnaia e si porta in zona podio.

-5 giri: 4° e 5° posto per Rins e Mir che mettono nel mirino la Ducati di Pecco Bagnaia…

-7 giri: La M1 di Vinales prende il largo pennellando le curve. Guadagna 6 decimi su Zarco che intanto ha superato Bagnaia. 16° Luca Marini dietro al fratello Valentino Rossi.

-8 giri: Vinales si mette al comando della gara. 3° Zarco davanti a Rins e Miller. 6° Mir seguito da Quartararo, dai fratelli Espargarà. 10° Enea Bastianini.

-9 giri: Cade Alex Marquez. Rins 4° dopo aver scavalcato Miller, ma l’australiano riguadagna la posizione.

-10 giri: Vinales prova a mettere alle corde Bagnaia, ma sul rettilineo la Ducati guadagna qualche metro. 12° Enea Bastianini, mentre Valentino Rossi scivola 16°.

-11 giri: Bagnaia, Vinales, Zarco, Miller, Quartararo è la nuova top-5. Ma occhio ad Alex Rins…

-12 giri: Vinales in terza posizione davanti a Quartararo. Bagarre Miller-Rins per la quinta piazza.

-14 giri: Pecco Bagnaia guadagna un paio di decimi e precede Zarco di 4 decimi. Bella sfida tra Vinales e Quartararo. Aleix Espargarò in ottava piazza.

-15 giri: 3° e 4° posto per Quartararo e Vinales che sorpassano un timido Miller. Valentino Rossi 11°.

-16 giri: Cade Taka Nakagami. Tra Bagnaia e Zarco solo due decimi di gap.

-17 giri: La top-10: Bagnaia, Zarco, Quartararo, Miller, Vinales, Rins, Mir, Martin, Alex Espargarò, Rossi.

-18 giri: Inizio sprint per Pecco Bagnaia che scava un gap di 6 decimi su Zarco. Valentino Rossi superato anche da Mir e scala in nona posizione. 17° e 18° posto per Marini e Bastianini.

-19 giri: Bagnaia, Zarco e Miller provano a cercare l’allungo, ma Quartararo passa Martin e prova a raggiungerli. Rins supera Valentino Rossi.

-20 giri: Problemi per Franco Morbidelli che scivola in penultima posizione. Entrambe le Suzuki sorpassano la Aprilia di Aleix.

-21 giri: Johann Zarco riesce a superare Miller e balza all’inseguimento di Bagnaia. 5° Fabio Quartararo, alle sue spalle i colleghi di marca Maverick Vinales e Valentino Rossi. 8° Aleix Espargarò inseguito dalle Suzuki di Rins e Mir.

-22 giri: Bagnaia, Miller, Zarco al comando. Valentino Rossi 7°. Cade Danilo Petrucci. Splendida partenza di Jorge Martin 4°.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Il pre-gara di Losail

19:00 – Parte il warm-up lap. Tutto pronto per il primo round stagionale. Ancora una volta bisogna dare merito alla Dorna per aver consentito di organizzare un campionato “regolare” nonostante il periodo di pandemia.

18:53 – Pecco Bagnaia partirà per la prima volta dalla pole position in una gara MotoGP: “Le condizioni sono molto diverse, c’è più vento e fa più freddo. Dovremo scaldare bene la gomma davanti, speriamo di fare una buona gara“.

18:50 – Le Ducati partiranno con l’holeshot anteriore-posteriore. Jack Miller: “Dovremo gestire la distanza, siamo fortunati perché abbiamo una buona velocità massima“.

18:46 – Enea Bastianini all’esordio in MotoGP: “Bello essere qui, l’importante è imparare“.

18:38 – Nel paddock presente Simone Battistella, manager di Andrea Dovizioso. L’obiettivo è pianificare il ritorno del forlivese nella stagione 2022, probabilmente con Aprilia.

18:35 – Tutti i piloti useranno gomme morbide al posteriore. Sarà difficile immaginare una gara ad altissimi ritmi sin dal primo giro. Il rischio dell’usura pneumatici è davvero altissimo. Fortunatamente il vento non ha portato sabbia in pista, ma le raffiche causeranno qualche piccolo problema.

18:30 – Nonostante l’emergenza Covid-19 ci saranno 1500 persone sugli spalti dell’autodromo di Doha.

Il riepilogo del sabato

Le prime qualifiche della MotoGP 2021 hanno regalato una grande gioia ai tifosi italiani e Ducati. Pole position e record della pista a firma di Pecco Bagnaia che ha fermato il cronometro in 1’52″772, rifilando due decimi a Fabio Quartararo e tre a Maverick Vinales. Sul lungo rettilineo di Losail (1068 metri) la potenza del motore V4 Ducati fa la differenza. Ma le YZR-M1 stanno dimostrando che la potenza non è tutto per accaparrarsi il successo.

La nota lieta in griglia di partenza è il 4° posto di Valentino Rossi che ha sfruttato la scia di Bagnaia per conquistare un’incredibile seconda fila. Una buona posizione per il Dottore in cerca del suo 200° podio in classe regina.. Al suo fianco le Ducati di Jack Miller e Johann Zarco, con il francese che ieri ha stabilito un nuovo record di velocità massima superando il muro dei 360 km/h. Ad aprire la terza fila ci sarà la M1 di Franco Morbidelli, che stavolta non ha brillato nelle qualifiche. Buona ottava piazza per Aleix Espargarò che conferma i passi in avanti della RS-GP.

Suzuki non sembra aver recuperato terreno sul singolo giro: 9° Alex Rins, 10° il campione del mondo Joan Mir. Le GSX-RR proveranno a recuperare posizioni contando su un buon passo e un buon feeling nella gestione delle gomme. A chiudere la quarta fila le Honda di Taka Nakagami e Pol Espargarò. 13^ finestra in griglia per Enea Bastianini, miglior rookie del sabato, beffato nelle fasi finali della Q1 per aver perso l’ingresso alla seconda manche per soli 5 millesimi. 18° Luca Marini che proverà a sfruttare questa gara per migliorare il feeling con la GP19. Solo 20° Danilo Petrucci che ancora deve prendere le misure alla KTM RC16. Infine, parte ultimo Lorenzo Savadori, ancora alle prese con qualche problema fisico.

1 commento

Makiland
17:34, 29 marzo 2021

scorrendo la cronistoria della gara si evince che stare dietro a Ducati e poi “pugnalarla” paga.
Piaccia o no ai Ducatisti la loro moto è un vagone ferroviario molto veloce, si, ma poco duttile …
Solo un “Pecco Scatenato” poteva sperare di arrivare in fondo davanti e … vorrei vedere le loro gomme come stavano alla fine … MV è stato intelligente e merita la vittoria !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Tecnica Yamaha M1 Quartararo

MotoGP, la tecnica: Quartararo e la M1, dettagli di una Yamaha mondiale

marquez espargaro honda motogp

MotoGP: Márquez-Espargaró, quella doppietta Honda attesa dal 2017

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi spiazza la conferenza: “C’è una ragazza nuda dietro di te”