MotoGP 2020, Pol Espargaro

LIVE MotoGP Austria: pole di Vinales, 4° Dovizioso, Rossi 12°

LIVE delle qualifiche MotoGP del GP d'Austria 2020. La diretta dal circuito del Red Bull Ring con analisi e commenti in tempo reale.

15 agosto 2020 - 14:55

Pole position di Maverick Vinales che domani partirà dalla prima fila con Jack Miller e Fabio Quartararo. Dovizioso, Pol Espargarò e Mir in seconda fila, Morbidelli, Rins e Zarco in terza fila. Valentino Rossi deve accontentarsi della quarta fila sullo schieramento. “Abbiamo lavorato sulla moto e trovato più costanza in pista – dice Esteban Garcia, capotecnico di Vinales -. Siamo veloci sul bagnato e sull’asciutto, il ritmo è molto veloce in gara sarà un’altra storia“.

14:50 – 1’23″450 per Vinales che si conferma poleman in Austria. In prima fila Quartararo e Dovizioso. In seconda fila Pol Espargarò, Mir e Miller.

14:49 – Prima fila provvisoria formata da Vinales, Quartararo e Morbidelli.

14:46 – Rossi si migliora ma resta 8° con 324 millesimi di ritardo dal compagno di box.

14:43 – Meno di 7′ al termine, piloti ai box per il cambio gomma. 6° Andrea Dovizioso a 269 millesimi da Vinales.

14:41 – Vinales si migliora ancora in 1’23″6, 2° Quartararo a +22 millesimi, 3° Joan Mir. 8° Valentino Rossi.

14:38 – Maverick Vinales piazza 1’23″716 e si piazza al comando provvisorio.

14:35 – Prende il via la seconda manche delle qualifiche. Rossi usa la media al posteriore in quanto non ha più una morbida a disposizione

14:30 – Danilo Petrucci piuttosto arrabbiato per l’intromissione di Aleix Espargarò durante il suo giro lanciato. Il catalano dell’Aprilia ha ostacolato il time attack del pilota Ducati che ha dovuto cedere il secondo crono della Q1 difeso con i denti fino all’ultimo.

Zarco e Rossi passano alla Q2

14:26 – Valentino Rossi 2° e va a prendersi l’accesso alla Q2 insieme a Johann Zarco. Danilo Petrucci partirà dalla 13esima piazza in griglia.

14:24 – Piccole schermaglie tra Aleix Espargarò e Danilo Petrucci, con il pilota Aprilia che ha ostacolato il giro lanciato del pilota umbro.

14:21 – Zarco si sofferma qualche minuto in più ai box, certo di aver firmato un crono utile per accedere alla Q2. Rientra in pista anche il francese…

14:18 – Piloti ai box per montare la seconda gomma nuova da qualifica.

14:16 – Danilo Petrucci 2° in 1’24″277, 3° Valentino Rossi a 18 millesimi da Petrux.

14:15 – 1’23″8 per Johann Zarco che passa al comando. 2° Binder con 7 decimi di ritardo.

14:13 – Primo giro cronometrato è di Iker Lecuona in 1’25″2.

14:10 – Prendono il via le qualifiche del GP d’Austria di MotoGP. Michele Pirro l’unico pilota ad uscire con la media al posteriore.

Rossi 2° nelle FP4

14:08 – Maio Meregalli: “Peccato che Vale sia rimasto fuori dalla Q2, purtroppo il tempo non ha giocato dalla nostra parte. Questo pomeriggio abbiamo usato la posteriore media per la gara di domani. Dobbiamo sperare che Valentino riesca subito ad attaccare e ad entrare in Q2. Dovizioso? Spiace a tutti, sarà stata una decisione ponderata. Immagino abbia un piano B…“.

14:03 – La top-10 delle FP4: Pol Espargarò, Rossi, Dovizioso, Zarco, Vinales, Mir, Rins, Petrucci, Quartararo, Oliveira. I primi dieci sono raccolti in poco più di 6 decimi di secondo.

13:58 – Pol Espargarò resta al comando delle FP4 in 1’24″183, seguito da Valentino Rossi a +152 millesimi e Andrea Dovizioso a +225 millesimi.

13:53 – Cadono Aleix e Pol Espargarò in curva 9 a distanza di pochi secondi, ma senza conseguenze.

13:50 – Yamaha in difficoltà qui in Austria, con i motori che devono rinunciare a qualche giro (300?) per tenere a freno il problema alle valvole. Al momento il più veloce del marchio è Morbidelli, settimo, con oltre sei decimi di gap dalla vetta.

13:45 – Nelle FP4 sono ancora Pol Espargarò e Andrea Dovizioso a comandare la classifica.

Il riassunto delle FP1-2-3

Sabato di qualifiche per la MotoGP in scena al Red Bull Ring (Austria) per il quarto appuntamento stagionale. L’instabilità del meteo ha costretto a restringere il tempo utile per accedere direttamente alla Q2 nelle FP1 e nei minuti finali delle FP3. Restano fuori dalla top-10 Danilo Petrucci, Cal Crutchlow, Valentino Rossi, Johann Zarco e Brad Binder tra i big. Sarà una sfida a cinque per contendersi le due poltrone disponibili per giocarsi una piazza nelle prime quattro file della griglia di partenza.

Yamaha nei guai con il motore

Nel paddock MotoGP tiene banco il problema dei motori Yamaha, con la casa di Iwata che ha convocato una riunione della MSMA per chiedere il permesso di sostituire alcune valvole. Honda in testa e altri team hanno posto il veto, quindi le M1 dovranno condividere con il problema ai propulsori fino al termine della stagione 2021. La crisi dettata dall’emergenza Covid-19 ha spinto Dorna a chiedere il congelamento dei motori per due anni. Una brutta tegola per Fabio Quartararo e gli altri piloti del marchio.

Ducati-Dovizioso ai titoli di coda

Andrea Dovizioso ritrova un buon feeling con la Ducati GP20 su un tracciato tradizionalmente favorevole alla Rossa. Risolti i problemi in frenata, il vicecampione del mondo si riscopre competitivo per le posizioni di vertice, ma ormai il dado è tratto. Il suo manager Simone Battistella ha annunciato la decisione che a fine campionato lascerà il box della Rossa. Subito dopo il 23 agosto, data del secondo GP austriaco, sarà il momento delle decisioni ufficiali per Borgo Panigale. Tre i nomi possibili per sostituire il Dovi: Jorge Lorenzo, Johann Zarco e Pecco Bagnaia.

Due KTM e le Suzuki in Q2

Il best lap della classifica combinata in Austria vede Pol Espargarò al comando con il tempo di 1’24″193. Il catalano della KTM ha sete di riscatto e di podio dopo quanto avvenuto a Brno. Nella top-10 c’è anche la RC16 di Miguel Oliveira che proverà a recitare il ruolo di “terzo incomodo” fra Pol e il vincitore dell’ultima gara, Brad Binder. In Q2 entrano anche le due Suzuki, con Alex Rins che accusa ancora dolore alla spalla dopo l’infortunio alla spalla rimediato nelle qualifiche del GP di Jerez.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Paolo Ciabatti: “Non sarà facile sostituire Andrea Dovizioso”

rins motogp

MotoGP, Manuel Cazeaux: “Alex Rins era pronto, ma l’incidente a Jerez…”

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso e le strade per diventare campione