MotoGP, Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo: “Valentino Rossi in Petronas? Yamaha pensa al futuro”

Jorge Lorenzo non sarà collaudatore MotoGP nel 2021 e coltiverà altri progetti. Su Valentino Rossi fuori dalla Yamaha: "Bisogna guardare al futuro".

26 gennaio 2021 - 15:00

Jorge Lorenzo è ritornato a Lugano dopo aver trascorso la pausa natalizia negli Emirati Arabi. “Ho fatto una lunga vacanza a Dubai, volevo fare 20 giorni, ma abbiamo spostato il volo di ritorno“. L’ex pilota MotoGP non sarà presente nel paddock MotoGP nella prossima stagione. Archiviata la breve esperienza come collaudatore, non ci sono altre vie di entrata. “Ci sono stati contatti con Massimo Rivola e Aprilia. Ci siamo seduti, ma la contrattazione non è andata in porto – spiega il maiorchino a Sky Sport -. Per il momento non sarò un collaudatore. Alla fine non mi toglie il sogno, ho tanti progetti per la mia testa, meno stressanti che essere pilota MotoGP. Ma sicuramente nuovi“.

L’evoluzione della M1

Da tempo Jorge Lorenzo coltiva un altro progetto. “Un’altra strada aperta è quella di fare il telecronista per qualche TV o dare la mia esperienza a qualche pilota giovane divenendo suo manager“. Due opzioni che gli permetterebbero di restare quantomeno ai margini della MotoGP. Dalla sua una lunga esperienza nel Motomondiale e tre titoli in classe regina con la YZR-M1, una moto che da anni stenta a decollare. Precisamente dal 2016, dopo il suo addio alla casa di Iwata. “Sono stato un pilota sempre molto sensibile, sin da piccolo, perché mio padre mi faceva guidare tante moto diverse. Yamaha si è affidata a me, abbiamo fatto una strada molto buona, realizzando una moto facile per il pilota. Quando sono andato in Ducati altri piloti hanno preso in mano la situazione, quindi ho perso la strada. Yamaha sicuramente è migliorata ma non quanto le altre“.

Gli ex rivali Rossi e Dovizioso

Nella prossima stagione MotoGP 2021 l’ex rivale Valentino Rossi passerà al team satellite Petronas SRT. Yamaha guarda al futuro e punta sui giovani Vinales e Quartararo. “Mi ha sorpreso la decisione Yamaha di spostarlo in Petronas – ammette Jorge Lorenzo -. Far competere Valentino in un team satellite non l’avrei mai immaginato, ma per lui non cambierà tanto. Abbiamo visto i risultati di Quartararo, la moto è competitiva, anche se resta una notizia sorprendente. Yamaha deve guardare al futuro. Quando ho firmato nel 2007 Yamaha doveva pensare ad un sostituto per Valentino qualora fosse andato in F1. Il futuro passa per i piloti più giovani, quindi Quartararo è una scelta logica“.

Sul botta e risposta tra Andrea Dovizioso e Gigi Dall’Igna, il pentacampione non si sbilancia. “Quando una relazione si rompe è normale ci siano delle frizioni, ci sono due versioni diverse. Andrea difende il suo orgoglio e Ducati fa lo stesso. Penso sia stato un matrimonio di successo, entrambi devono essere contenti“.

2 commenti

makitari_15179021
17:58, 26 gennaio 2021

Solo l’ ultima frase di JL è condivisibile riguarda Ducati e AD … una squadra che non ha “digerito” ed un rivale che ha snobbato … salvo ricredersi qualche volta …
Per il resto il solito show di un JL … annoiato e “superiore” perfettamente a suo agio nei panni del nullafacente con tutto quel che rimane del suo straordinario talento. Troppi soldi per il suo cervello ?
Se “comunica” solo per farci sapere che delle moto non sa più che farsene … è offensivo per questo sport e per tutti noi.
Superuomo & ladro spagnolo … Dàtti una bella regolata / calmata !

    makitari_15179021
    12:05, 10 febbraio 2021

    Dall’Igna continua a rimpiangere JL …
    Un amore mai dimenticato e che non ha prodotto gran che …
    A volte i sogni svaniscono … Vero Gigione ?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mv agusta forward moto2

Moto2: ecco MV Agusta Forward Racing 2021 con Baldassarri, Corsi e Marcon

MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, Alberto Puig pungente: “Non ci aspettiamo di perdere”

pol espargaro motogp

MotoGP, Pol Espargaró: “Ricominciamo a sentire lo spirito delle corse”