Jorge Lorenzo espugna il Montmelò: “Titolo? Abbiamo una possibilità”

Jorge Lorenzo conquista la seconda vittoria in Ducati al GP di Catalunya. Adesso il titolo mondiale non è più un sogno, ma in Ducati qualcuno farà mea culpa.

17 giugno 2018 - 15:14

La seconda vittoria era nell’aria già dalla domenica del Mugello e Jorge Lorenzo non ha deluso le aspettative al Montmelò. Il ‘martillo’ maiorchino comincia davvero a impensierire Andrea Dovizioso e Marc Marquez, ma causerà notti insonni anche ai vertici Ducati che si sono lasciati sfuggire un asso nella manica seppur sbocciato con ritardo. Sale sul gradino più alto e sfoggia un martello gigante, può prendersi anche il lusso di una gag e mangiare messaggi velati a chi non ha creduto in lui: “Da quando Dovi ha rinnovato ha fatto diversi errori e non è normale, deve essere un caso“.

Partito dalla sua prima pole in sella alla Desmosedici si fa superare da Marc Marquez allo start, ma alla prima staccata si mette in testa al gruppo, detta il ritmo e si lascia tutti alle spalle, con Andrea Dovizioso che cade e perde punti importanti per il titolo mondiale. Entrambi gli alfieri sono a quota 66 punti in classifica e da Assen sarà una nuova sfida ad armi pari, mentre Marc Marquez consolida la leadership a 115. Jorge Lorenzo è stato un mix di velocità e dialogo sapiente con gli pneumatici soft all’anteriore e al posteriore: “Ho dovuto risparmiare le gomme e gestire l’acceleratore con molta delicatezza. Ho dovuto cambiare il mio stile di guida in modo così forte. Sapevo che Marc stava girando con altre gomme e poteva finire per avere un vantaggio. Ma l’usura delle gomme era abbastanza simile. È così che sono riuscito a mantenere il mio vantaggio“.

Jorge non si sentiva così a suo agio dai tempi della Yamaha, mai c’era stato un simile feeling con la Ducati fino ad oggi. Adesso ci sono 49 punti tra lui e il suo futuro compagno di squadra e credere nel titolo non è utopia. “La brutta notizia è che siamo molto indietro rispetto a lui, la buona è che ci sono ancora molte gare da disputare“, ha spiegato Lorenzo. “Era quasi impossibile prima del Mugello. Ora è possibile, anche se è molto, molto difficile. Abbiamo una possibilità. Ad essere onesti, le cose possono cambiare molto velocemente in questa classe. Potrei perdere molti punti in una gara difficile. Ma io vivo adesso. La nostra moto è molto competitiva ora. Mi sento benissimo, è un buon segno Dobbiamo aspettare. È positivo che non ci sia alcuna pressione su di noi – ha concluso Jorge Lorenzo –. Non abbiamo nulla da perdere“.

MES Experience a Franciacorta: tutte le info utili

SBK Misano: i biglietti e le offerte disponibili

MXGP Videopass: prezzi e offerte disponibili

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Lin Jarvis

MotoGP, Yamaha apre le porte a Zarco: “Pronti a fargli fare il tester”

Valentino Rossi Test MotoGP Valencia

Valentino Rossi: “Bene il nuovo motore. 2024? Per me è troppo”

fabio quartararo crash

VIDEO Fabio Quartararo, incidente ad alta velocità. Pilota ok